DIARIO DI LIBERO PENSIERO: SETTIMANA 2. (2 novembre 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Devo ammetterlo, avevo molta attesa per questo articolo, non vedevo l’ora di condividere alcune novità con voi riguardo me stessa e il mio quotidiano. La settimana da poco trascorsa, di cui sto scrivendo queste righe è stata densa di impegni e di significato e ha portato, nonostante tutto, molta sicurezza e benessere. Per quanto concerne la mia dieta e la salute, credo di avere preso la strada giusta. Molti dei malesseri che vivevo costantemente e quotidianamente non li sento più da molti giorni. E’ vero è trascorso all’incirca un mese da quanto ho iniziato questo percorso, staremo a vedere se tutto proseguirà per il meglio. Per chi non ha letto l’articolo inerente alla prima settimana consiglio la lettura, soprattutto per fare chiarezza. Ovviamente chi ha letto sa perfettamente di cosa sto parlando e sa quanto sia importante per me migliorare la mia qualità di vita. Ad ogni modo questo non è l’unico aspetto significativo di questi giorni. Come avrete letto ho in bando due corsi. Il primo è un corso da copywriter, al fine di aggiornare il mio potenziale di scrittura e perchè fare un esperimento provando un secondo lavoro da gestire insieme a quello di scrittrice creativa. Si tratta di un progetto ambizioso, ma c’è sempre tempo di mettersi alla prova. Il secondo è un corso molto interessante di promozione editoriale. Alcuni studiosi e autori mostreranno ai corsisti quali sono gli aspetti fondamentali a cui porre attenzione per alzare le vendite di un libro. Nel prossimo appuntamento vi darò aggiornamenti. Per ora mi godo questa ventata positiva di novità, necessarie per il mio benessere psicofisico. Mi piacerebbe molto leggere nei vostri commenti della vostra settimana e se ha accolto novità positive. Scrivete dunque liberamente. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stella e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home page e confermare. È possibile votare un numero illimitato di volte, basta attendere 60 minuti tra una votazione e l’altra. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! I have to admit, I had a lot of anticipation for this article, I couldn’t wait to share some news with you about myself and my daily life. The past week, of which I am writing these lines, has been full of commitments and meaning and has brought, despite everything, a lot of security and well-being. As far as my diet and health are concerned, I believe I have taken the right path. Many of the ailments that I lived constantly and daily I have not felt anymore for many days. It’s true about a month has passed since I started this journey, we’ll see if everything goes well. For those who have not read the article relating to the first week I recommend reading, especially to clarify. Obviously, anyone who has read knows perfectly well what I am talking about and knows how important it is to improve my quality of life for me. However this is not the only significant aspect of these days. As you may have read, I am bidding for two courses. The first is a copywriter course, in order to update my writing potential and why do an experiment by trying a second job to manage together with that of a creative writer. It is an ambitious project, but there is always time to prove yourself. The second is a very interesting editorial promotion course. Some scholars and authors will show the students what are the fundamental aspects to pay attention to in order to increase the sales of a book. In the next appointment I will give you updates. For now I enjoy this positive wave of news, necessary for my psychophysical well-being. I would very much like to read in your comments of your week and if you have received positive news. So write freely. With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners on the home page and confirm. You can vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

sito

DIARIO DI LIBERO PENSIERO: INIZIO DI UN NUOVO PERCORSO. (15 ottobre 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Letti! L’appuntamento di oggi è sicuramente fondamentale perchè ho intenzione, come già definito nel post informativo di ieri, di illustrarvi la dinamica di questo nuovo format di DIARIO. Ebbene sì, il nostro consueto appuntamento del venerdì cambierà leggermente i suoi connotati per avvicinarsi maggiormente al concetto reale di diario, ovvero di un piccolo quaderno che racchiude i pensieri che scorrono in base al nostro quotidiano. Non parleremo più soltanto di esperienze e considerazioni sporadiche, ma quest’ultime saranno inserite nel corso della descrizione degli avvenimenti settimanali. Parleremo infatti di quello che studio, del mio approccio, dei cambiamenti che faccio nella settimana, di quelle esperienze che più altre hanno suscitato in me una riflessione. Ovviamente nel corso narrativo troverete anche tutti i racconti già presenti nella precedente forma di diario. Mi esalta l’idea di fornirvi uno scorcio, di farvi dare uno sguardo a quegli aspetti della mia vita che fanno parte del mio bagaglio empirico e che quindi possono dare consigli ed emozioni anche a voi che leggete. Dalla rinascita poi, così definisco il momento in cui ho ripreso a lavorare e scrivere in seguito al mio stato di generale malessere, tanti aspetti sono positivamente cambiati nella mia vita e mi piace molto l’idea di condividere questo con voi. Non tolgo il fatto che qualcosa possa tornare a negarmi qualche giorno di scrittura, perchè la mia realtà è questa nonostante tutte le forme di cure che attuo, ma sarò sempre felice, nel più breve tempo possibile, di tornare a scrivere questi articoli che essenzialmente li vivo come un ulteriore completamento della mia quotidianità. La bellezza di Storyteller’s Eye Word è questa: io per prima ma anche voi che leggete, commentate e apprezzate, siete totalmente liberi. Non importa se io o voi uscite fuori tema o parlate di pensieri che apparentemente non c’entrano. Potete anche commentare dicendo che non accettate per niente quello che penso fornendomi la vostra tesi e argomentazione e per me sarebbe semplicemente un dibattito emozionante e un modo per comprendere un nuovo punto di vista. Quindi commentate, lasciate il vostro commento con la vostra idea. Vi piacerebbe vedere e capire meglio come si svolgeranno le prossime pagine di diario? Avete suggerimenti, consigli o semplicemente delle domande in merito al quotidiano che vorreste pormi? Intanto scrivete, perchè scrivere è la capacità più nobile dell’essere umano insieme al pensiero. Vedete Madre Natura, aldilà di ciò che vogliamo far credere a noi stessi, non ci ha resi migliori degli altri esseri viventi, non ci ha dato alcuna particolare abilità, ma per fortuna ci ha fornito uno strumento prezioso, ovvero la nostra ragione per creare, inventare e sopperire alle nostre mancanze, tra cui la scrittura. Vi consiglio in merito la lettura scritta da un sociologo, ovvero Marco Aime, uno per me dei migliori, il cui titolo è Cultura. Lo farei leggere ad ogni giovane delle scuole superiori, come successe anche a me all’epoca, perchè cambia davvero la percezione dell’uomo sulla terra. Ti accorgi semplicemente che il tuo egocentrismo verso le altre specie è assolutamente inutile. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stella e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home page e confermare. È possibile votare un numero illimitato di volte, basta attendere 60 minuti tra una votazione e l’altra. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Beds! Today’s appointment is certainly essential because I intend, as already defined in yesterday’s informative post, to illustrate the dynamics of this new DIARY format. Yes, our usual Friday appointment will slightly change its connotations to get closer to the real concept of diary, or rather a small notebook that contains the thoughts that flow according to our daily life. We will no longer speak only of sporadic experiences and considerations, but the latter will be inserted in the course of the description of the weekly events. In fact, we will talk about what I study, about my approach, about the changes I make during the week, about those experiences that more than others have aroused reflection in me. Obviously in the narrative course you will also find all the stories already present in the previous form of diary. The idea of ​​giving you a glimpse, of making you take a look at those aspects of my life that are part of my empirical baggage and therefore can give advice and emotions to you who read, excites me. From the rebirth then, so I define the moment in which I resumed working and writing following my state of general malaise, many aspects have positively changed in my life and I really like the idea of ​​sharing this with you. I do not take away the fact that something can return to deny me a few days of writing, because this is my reality despite all the forms of treatment that I implement, but I will always be happy, in the shortest possible time, to return to writing these articles that essentially I live as a further completion of my daily life. The beauty of Storyteller’s Eye Word is this: I first but also you who read, comment and appreciate, are totally free. It doesn’t matter if you or I go off topic or talk about thoughts that apparently have nothing to do with it. You can also comment by saying that you do not accept what I think at all by providing me with your thesis and argument and for me it would simply be an exciting debate and a way to understand a new point of view. So comment, leave your comment with your idea. Would you like to see and understand better how the next diary pages will unfold? Do you have any suggestions, advice or simply any questions about the newspaper you would like to ask me? Meanwhile, write, because writing is the noblest ability of the human being together with thought. You see Mother Nature, beyond what we want to make ourselves believe, she has not made us better than other living beings, she has not given us any particular skills, but fortunately she has provided us with a precious tool, which is our reason for creating, invent and make up for our shortcomings, including writing. I recommend reading written by a sociologist, Marco Aime, one of the best for me, whose title is Culture. I would make every high school young person read it, as happened to me at the time, because it really changes the perception of man on earth. You simply realize that your self-centeredness towards other species is absolutely useless. With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners on the home page and confirm. You can vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

siti

LIBERO PENSIERO EXTRA: LA PAROLA SECONDO HERMANN HESSE. (13 luglio 2021)

Annunci

Un saluto a tutti, cari lettori! Come sapete in questi giorni non ho possibilità di scrivere tramite il PC, perciò ho maggiore tempo per pensare, riflettendo anche su citazioni scritte da maestri di vario calibro e disciplina, primo fra tutti, per me il più caro, Hermann Hesse. Ho dunque avuto modo in questi giorni di riflettere ulteriormente su una sua citazione che vedete scritta in seguito e di cui vorrei condividere un mio personale pensiero, nonché una spiegazione in termini più colloquiali della stessa. La seguente cita:

Le parole non colgono il significato segreto, tutto appare un po’ diverso quando lo si esprime, un po’ falsato, un po’ sciocco, sì, e anche questo è bene e mi piace moltissimo, anche con questo sono perfettamente d’accordo, che ciò che è tesoro e saggezza d’un uomo suoni sempre un po’ sciocco alle orecchie degli altri.

Secondo il Maestro gli unici in grado realmente di comprendere noi stessi siamo noi, perché il solo fatto di descrivere un nostro pensiero con parole, con la voce o la scrittura, costruiscono intorno ad esso un alone di falsità, quasi volessimo far apparire ciò che vediamo e pensiamo migliore di ciò che è nella realtà. Ogni bravo scrittore in effetti è padrone dell’abilità dell’apparire, è in grado di rendere più affascinante e piacevole tutto ciò che ha pensato, tutti i pensieri che scorrono nella sua mente. Detto ciò questo ci rende anche gli unici in grado di comprendere letteralmente noi stessi, perché tutto può essere manipolato dalla mente altrui e quindi preso differente dall’originale messaggio. Prendiamo per esempio la poesia: essa si presenta con un messaggio chiaro, tanto è vero che, alle volte, il poeta allega o spiega per i suoi lettori il significato della stessa. Ma il destinatario di quella poesia potrà interpretarla e beneficiarne come preferisce. Voi cosa ne pensate? La pensate nello stesso modo? Scrivetemelo, se vi fa piacere, nei commenti.Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stella e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home page e confermare. È possibile votare un numero illimitato di volte, basta attendere 60 minuti tra una votazione e l’altra. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, dear Readers! As you know these days I have no possibility to write via the PC, so I have more time to think, also reflecting on quotes written by masters of various caliber and discipline, first of all, for me the most dear, Hermann Hesse. I have therefore had the opportunity in recent days to reflect further on a quote from him that you see written below and of which I would like to share my personal thought, as well as an explanation in more colloquial terms of the same.
The following mentions:

Words do not grasp the secret meaning, everything appears a little different when it is expressed, a little distorted, a little silly, yes, and this is also good and I like it very much, even with this I perfectly agree, that what is a man’s treasure and wisdom always sounds a little silly to the ears of others.

According to the Master, we are the only ones who are really able to understand ourselves, because the mere fact of describing our thoughts with words, with the voice or writing, builds around it an aura of falsehood, as if we wanted to make what we see appear and we think better than what is in reality. In fact, every good writer is master of the ability to appear, he is able to make everything he has thought more fascinating and pleasant, all the thoughts that run through his mind.
Having said that this also makes us the only ones able to literally understand ourselves, because everything can be manipulated by the mind of others and therefore taken different from the original message. Let’s take poetry for example: it presents itself with a clear message, so much so that, at times, the poet attaches or explains to his readers the meaning of the same. But the recipient of that poem will be able to interpret and benefit from it as he prefers. What do you think about it? Do you think the same way? Write it to me, if you like, in the comments. With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners on the home page and confirm. You can vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!


Sempre Vostra, Storyteller.


Always Yours, Storyteller.

classifiche

POST ORDINARIO: NUOVI PROGETTI IN PROGRAMMA. (15 giugno 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Sono felice finalmente di trovare il tempo per scrivere qualche riga sul mio caro blog e condividere alcune informazioni con voi che costantemente seguite le vicende del magico mondo di Storyteller’s Eye Word. Come vi dicevo negli scorsi post a storie voglio parlarvi circa alcune novità che si verificheranno prossimamente. Mi sto dedicando a tre importanti progetti insieme. Il primo, diviso in due parti, riguarda la creazione di un ebook della mia raccolta Echi di Romanticismo, sia in lingua italiana sia, udite udite, in lingua inglese! In questo modo anche i lettori stranieri del blog potranno approfondire la lettura senza problemi. Inoltre a breve, grazie ad una collaborazione che sto facendo con una libreria online, non solo potrete acquistare tutti i miei libri in ogni formato disponibile, ma anche assistere a delle dirette on-line in cui sarò presente sia come ospite, sia come protagonista e autrice, per parlare un po’dei miei libri e delle mie esperienze a riguardo direttamente con voi. Tutto ciò sarà disponibile probabilmente a partire dai primi giorni di settembre. Fatemi sapere con un commento se gradite questo progetto, se vorreste avere una copia della mia raccolta in versione eBook e in quale lingua. Altro progetto che sto portando avanti, oltre ovviamente al saggio di cui probabilmente vi ho già parlato, é un workshop con annesso materiale per la divulgazione del concetto di poesia e scrittura in genere come mezzo per sviluppare il pensiero, la creatività e le emozioni. Prenderà il nome di “Percorso sensoriale”. Avrà differenti edizioni nel corso del tempo. Mi piacerebbe inaugurare questa collana proprio a dicembre, durante le festività natalizie, mediante una lettura a tema. Si tratta di un progetto interessante che nacque molto molto tempo fa, quando Storyteller’s Eye Word era agli albori e la mia carriera d’autrice stava appena muovendo i suoi primi passi. Il fatto che finalmente vedo i mezzi e le possibilità per realizzare un progetto o forse un sogno che avevo da tempo, mi rende davvero felice! Nei prossimi giorni troverete un post informativo che vi illustrerà brevemente tutti gli articoli che saranno pubblicati nei prossimi giorni. Con i miei tempi, tornerò a scrivere con la giusta cadenza. Vi ringrazio dunque dal profondo del cuore per la vostra attenzione e per aver ho continuato a seguire il blog nonostante la scarsità di contenuti nuovi. Aspetto che mi rende ulteriormente felice è che ormai siamo vicinissimi alla soglia dei 700 iscritti! Quando questo numero sarà raggiunto anche in questo caso troveremo uno speciale, come quello che comparirà nei prossimi giorni. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! I am happy to finally find the time to write a few lines on my dear blog and share some information with you who constantly follow the events of the magical world of Storyteller’s Eye Word. As I told you in the past posts to stories I want to talk to you about some news that will occur soon. I am working on three major projects together. The first, divided into two parts, concerns the creation of an ebook from my Echoes of Romanticism collection, both in Italian and, listen, in English! In this way, even foreign readers of the blog will be able to deepen the reading without problems.
Furthermore, soon, thanks to a collaboration that I am doing with an online bookstore, you will not only be able to buy all my books in every available format, but also attend live online shows in which I will be present both as a guest and as a protagonist and author, to talk a little about my books and my experiences about them directly with you.
All this will probably be available from the first days of September. Let me know with a comment if you like this project and would like to have a couple of my collection in eBook version and in which language.
Another project that I am carrying out, besides obviously the essay I have probably already told you about, is a workshop with attached material for the dissemination of the concept of poetry and writing in general as a means to develop thought, creativity and emotions. It will take the name of “Sensory Path”.
It will have different editions over time and I would like to inaugurate this series in December, during the Christmas holidays, through a themed reading. This is an interesting project that was born a long time ago, when Storyteller’s Eye Word was in its infancy and my career the author was just moving in her footsteps. The fact that I finally see the means and the possibilities to realize a project or perhaps a dream that I have had for some time, makes me really happy!
In the next few days you will first find an informative post that will briefly illustrate all the articles that will be published in the coming days. In my own time, I’ll be back to writing with the right cadence. So I thank you from the bottom of my heart and your attention and for having continued to follow the blog despite the scarcity of new content. What makes me even more happy is that we are now very close to the threshold of 700 members.
When this number is reached, also in this case, we will find a special one, like the one that will appear in the next few days. With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar under the article or in the blue banners on the home page and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

sito internet

DIARIO DI LIBERO PENSIERO: PARTE DI ME. (19 Febbraio 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari lettori! Oggi è venerdì e sono pronta a condividere con voi una nuova pagina di DIARIO. Forse, vista la natura della rubrica più che semplice condivisione si tratta di un piccolo sfogo, uno spazio per me, per confidarmi liberamente. Non posso negare l’importanza che questo blog riveste per il mio equilibrio, un momento che non posso e non voglio negarmi. Il magico mondo di Storyteller’s Eye Word e tutto ciò che concerne la scrittura creativa, mi proteggono, mi salvano dalla tristezza e dallo sconforto. Dico tutto questo sulla base delle esperienze pregresse. Purtroppo, come tutti, ho avuto esperienze difficili da superare, ma scrivere mi ha dato modo di rinascere e rafforzarmi dai miei stessi drammi. Scrivere ti permette di confrontarti con il tuo io interiore, di comprendere il tuo dolore, di scavare fino alla sua origine. Ogni pagina la mente riflette un pò di piú, riesci a distendere i fitti nodi della matassa. Lo stesso lo fai con la lettura, anche se in modo differente. Tu sei il soggetto indiretto dell’opera, ti reincarnarmi in quel personaggio che come te vive i tuoi stessi problemi ed emozioni. Alla fine credo che il motivo per uno scrittore vero scrive é proprio questo. Poi ci sono quelli che lo fanno per fama o soldi, ma non mi riferisco a loro. Scrivere è un atto d’amore per sè stessi, una specie di terapia concessa alla propria persona e al prossimo. A volte senza rendersene conto, lo scrittore sa essere un grande dispensatore di consigli. È così: scrivere é una parte fondamentale di me e che nessuno potrà negare, nonostante le lotte le discussioni basate su inutili stereotipi. Detto ciò vi do questo consiglio. Quando siete tristi o particolarmente felici, anziché soffrire senza una logica, iniziate la lettura di un libro che vi piace o buttate giú qualche riga. Non è necessario avere particolari doti di scrittura, sono riflessioni che terrete per voi. Scrivete di getto senza riflettere sulla forma, sicuramente vi gioverà. A volte bastano poche parole per liberarvi dallo sconforto. Se avete provato o avete intenzione di provare, scrivetelo nei commenti. Per ora concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Greetings to all, dear readers! Today is Friday and I am ready to share with you a new page of DIARIO. Perhaps, given the nature of the column more than just sharing it is a small outburst, a space for me, to confide freely. I cannot deny the importance that this blog has for my balance, a moment that I cannot and do not want to deny myself. The magical world of Storyteller’s Eye Word and everything about creative writing, protect me, save me from sadness and despair. I say all this on the basis of previous experience. Unfortunately, like everyone else, I had difficult experiences to overcome, but writing gave me the opportunity to be reborn and strengthened by my own dramas. Writing allows you to confront your inner self, to understand your pain, to dig to its origin. Every page the mind reflects a little more, you can unwind the dense knots of the hank. You do the same with reading, even if differently. You are the indirect subject of the work, you reincarnate me in that character who like you lives your own problems and emotions. In the end I think the reason for a real writer writes is just that. Then there are those who do it for fame or money, but I’m not talking about them. Writing is an act of self-love, a kind of therapy granted to one’s person and neighbour. Sometimes without realizing it, the writer knows how to be a great dispenser of advice. It is thus: writing is a fundamental part of me and that no one will be able to deny, despite the struggles the discussions based on useless stereotypes. Having said that, I give you this advice. When you’re sad or particularly happy, instead of suffering without logic, start reading a book you like or throw a few lines down. It is not necessary to have particular writing skills, they are reflections that you will keep for you. Write by jet without thinking about the shape, it will surely benefit you. Sometimes it only takes a few words to free you from despair. If you have tried or are going to try it, write it in the comments. For now, I’ll remind you to leave a starlet, a comment and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article in the blue banners on home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

siti

«ECHI DI ROMANTICISMO» DI ELEONORA ZIZZI. (18 febbraio 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Inizio la mia giornata di pubblicazioni segnalando per la rubrica ECHI DI ROMANTICISMO la bellissima e dettagliata recensione del blog Matavitatao. Ci tenevo davvero molto, in quanto si tratta di una recensione che più di altre ha saputo descrivere alla perfezione il mio animo, tutti gli elementi che io con premura e passione ho inserito nella mia raccolta poetica. La lettura vi permetterà sicuramente di fare chiarezza per un eventuale acquisto e approfondimento della stesura. Trovate la vetrina dedicata al libro in home, con tutti i dati necessari all’acquisto. Per ora concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Greetings to all, Dear Readers!
I start my day of publications by reporting the beautiful and detailed review of the Matavitatao blog for the ECHI DI ROMANTICISMO column. I really cared a lot, as it is one of those reviews that more than others has been able to perfectly describe my soul, all the elements that I with care and passion have included in my poetry collection.
Reading will certainly allow you to clarify for any purchase and deepening of the drafting. Find the showcase dedicated to the book in the home, with all the data necessary for the purchase. For now, let me remind you to leave a star, a comment and to vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade!
Just click in the blue bar under the article or in the blue banners on the home page and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

Eleonora Zizzi è quella di Storyteller’s Eye Word, appena incontrata nei Blog preferiti, e ha scritto una silloge di poesie, Echi di Romanticismo, che sono onorato di aver potuto leggere… Dopo una introduzione (di Lucia Bonanni) che fascinosamente (anche se un po’ rocambolescamente) spiega e dimostra quanto oggi al termine Romanticismo si possa associare questo […]

«Echi di Romanticismo» di Eleonora Zizzi
classifiche

LIBERO PENSIERO: LASCIO LIBERA LA MENTE. (19 gennaio 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Questo blog mi da davvero tante emozioni positive ed è questa la ragione per cui , nonostante le ore di sonno accumulate negli ultimi giorni, non per via di impegni o altro, semplicemente la mente divaga e prendo sonno solo a notte inoltrata. Da un certo punto di vista è sicuramente negativo, perché la stanchezza si fa sentire, ma allo stesso tempo la notte é un momento di pace, tutto per sè. Nessuno ti può impedire di pensare, a meno che qualcuno o qualcosa ti imponga cosa pensare. La fase è decisamente articolata, lo ammetto, ma allo stesso tempo è quanto mai chiara e perfetta per esprimere le mie intenzioni. La mente è libera, ma a volte si lascia condizionare da ció che è giusto, almeno secondo i dettami sociali. Sappiamo che la vita di oggi è frenetica, c’è sempre qualcosa da fare, qualcosa da imporsi come obbiettivo e qualcosa che deve essere sacrificato. A volte mi chiedo cosa sia più importante, quello che è giusto o la nostra libertà individuale. Ebbene, Storyteller’s Eye Word rappresenta per me il compromesso, uno spazio tutto mio in cui tutti siamo uguali e mi viene data possibilità di esprimermi come preferisco, lontano da dogma, pregiudizi, stereotipi e soprattutto imposizioni. E’ un ambiente magico, studiato su misura per me e per chi ama la scrittura creativa, le curiosità, i piccoli rifugi culturali. Storyteller’s Eye Woord mi regala sempre idee e punti per nuove scritture, vengono rapide e si tramutano in parole, pensieri, momenti di lettura e approfondimento personale. La cultura non é tutto nella vita, ne sono sicura, ma ognuno ha le sue passioni ed é giusto perseguirle. Ripongo quindi a voi questa domanda, o meglio uno spunto di riflessione per chiunque vorrà. Qual’è la vostra passione preferita e come riesce a modificare la vostra vita, la vostra quotidianità? Pensateci, liberamente. Concludo ricordandovi l’iscrizione al blog (www.storytellereyeword.com) e su Instagram (storytellerseyeword) perché raggiunti in contemporanea su entrambe le piattaforme i 500 followers, organizzerò alcuni speciali sul blog piú delle iniziative Instagram e avremo modo insieme di scoprire curiosità tra le piú diverse. Come sempre rispondo ad ogni like e segui. Trovate in seguito il programma. Vi ricordo inoltre di lasciare una stellina e un commento per farmi conoscere la vostra opinione, di seguire il blog e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Greetings to all, Dear Readers! This blog really gives me so many positive emotions and that’s why, despite the hours of sleep accumulated in the last few days, not because of commitments or anything, I simply digress and sleep only late at night. From a certain point of view it is certainly negative, because tiredness is felt, but at the same time the night is a moment of peace, all to itself. No one can stop you from thinking, unless someone or something imposes on you what to think. The phase is definitely articulated, I admit, but at the same time it is very clear and perfect to express my intentions. The mind is free, but sometimes it is conditioned by what is right, at least according to social dictates. We know that today’s life is hectic, there is always something to do, something to impose itself as a goal and something that must be sacrificed. Sometimes I wonder what is most important, what is right or our individual freedom. Well, Storyteller’s Eye Word represents for me compromise, a space of my own in which we are all the same and I am given the opportunity to express myself as I like, far from dogma, prejudices, stereotypes and above all imposes. It is a magical environment, tailor-made for me and for those who love creative writing, curiosities, small cultural refuges. Storyteller’s Eye Woord always gives me ideas and points for new writings, they are quick and turn into words, thoughts, moments of reading and personal in-depth study. Culture is not everything in life, I am sure, but everyone has their passions and it is right to pursue them. I therefore put this question to you, or rather a food for thought for anyone who wants to. What is your favorite passion and how can it change your life, your daily life? Think about it, freely. I will end by reminding you of the registration to the blog (www.storytellereyeword.com) and instagram (storytellerseyeword) because reached simultaneously on both platforms the 500 followers, I will organize some specials on the blog more than instagram initiatives and we will have the opportunity together to discover curiosities among the most diverse. As always I respond to every like and follow. Find the program later. I also remind you to leave a starlet and a comment to let me know your opinion, to follow the blog and to vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article in the blue banners on home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

classifiche
Annunci
Annunci

LIBERO PENSIERO EXTRA:IL SIGNIFICATO DELLA SCRITTURA, seconda parte. (13 gennaio 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Questo è il secondo appuntamento della rubrica LIBERO PENSIERO EXTRA dedicato al significato della scrittura secondo i differenti punti di vista di alcuni scrittori e intellettuali da me selezionati. Rispetto ai quattro totali scelti, due li ho analizzati dando la mia opinione nell’articolo di ieri, gli altri due invece saranno argomento delle riflessioni di oggi. In particolare la prima citazione é stata scritta da Gianfranco Iovino. Al centro del suo contenuto troviamo i due principali aspetti comunicativi del linguaggio in tutti i paesi nel mondo per l’essere umano, ovvero la parola, espressa oralmente, e la scrittura. In esse distingue due piani temporali, ovvero il presente e il futuro. La parola è il mezzo comunicativo del presente, del qui e subito, mentre la scrittura lascia “il segno nel tempo” da ai posteri la possibilità di conoscere ciò che é stato comunicato nel passato per chi legge in un lasso di tempo più o meno ampio nel futuro. Ho trovato questa citazione molto interessante: essa i sofferma su un aspetto molto semplice della comunicazione, eppure non è scontato rifletterci. In un modo o nell’altro ogni volta che scriviamo stiamo lasciando una traccia nel nostro passaggio sulla Terra a chiunque verrà dopo di noi e ciò é un bene prezioso e meraviglioso. La seconda citazione invece é opera di Oliver Sacks. Anche qui si ha modo di riflettere su un aspetto fondamentale della vita umana, di cui fa parte anche la scrittura, ovvero l’evoluzione. Essa, contrariamente ad altri aspetti, non ha un tramite evolutivo standard, bensí si plasma sul nostro cervello, sulla base delle proprie attitudini, modificandosi e migliorandosi secondo le proprie esigenze. Essa é quindi fondamentale nella ia dell’essere umano. Citazioni in lingua inglese nel primo commento.Con queste parole concludo, vi ricordo di iscrivervi sul blog (www.storytellereyeword.com) e su Instagram (storytellerseyeword) perché raggiunti in contemporanea su entrambe le piattaforme i 500 followers, organizzerò alcuni speciali sul blog piú delle iniziative Instagram e avremo modo insieme di scoprire curiosità tra le piú diverse. Come sempre rispondo ad ogni like e segui. Se vi é piaciuto l’articolo lasciate una stellina e un commento, di seguire il blog e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Greetings to all, Dear Readers! This is the second appointment of the LIBERO PENSIERO EXTRA column dedicated to the meaning of writing according to the different points of view of some writers and intellectuals selected by me. Compared to the four totals chosen, two I analyzed them giving my opinion in yesterday’s article, the other two instead will be the subject of today’s reflections. In particular, the first quote was written by Gianfranco Iovino. At the heart of its content are the two main communicative aspects of language in all countries of the world for the human being, namely the word, expressed orally, and writing. In them it distinguishes two temporal planes, namely the present and the future. The word is the communicative medium of the present, of the here and immediately, while the writing leaves “its mark in time” gives posterity the opportunity to know what has been communicated in the past for those who read in a more or less wide period of time in the future. I found this quote very interesting: it dwells on a very simple aspect of communication, yet it is not obvious to think about it. One way or another every time we write we are leaving a trace in our passage on Earth to whoever comes after us and that is a precious and wonderful asset. The second quote is by Oliver Sacks. Here, too, we have the opportunity to reflect on a fundamental aspect of human life, of which writing is also part, namely evolution. Contrary to other aspects, it does not have a standard evolutionary means, but it is shaped on our brain, based on one’s own aptitudes, changing and improving according to one’s needs. It is therefore fundamental in the ia of the human being. English quotes in the first comment.With these words I conclude, I remind you to subscribe to the blog (www.storytellereyeword.com) and instagram (storytellerseyeword) because reached simultaneously on both platforms the 500 followers, I will organize some specials on the blog more than Instagram initiatives and we will have the opportunity together to discover curiosities among the most diverse. As always I respond to every like and follow. If you liked the article leave a starlet and a comment, follow the blog and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article in the blue banners on home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

siti web
Annunci
Annunci

LIBERO PENSIERO EXTRA: IL SIGNIFICATO DELLA SCRITTURA, prima parte. (12 gennaio 2020)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! In questo articolo andrò ad analizzare con voi il significato nascosto tra le righe delle citazioni seguenti in merito al tema della scrittura. Come sappiamo questo è un tema vasto e come ogni tema con le seguenti caratteristiche presenta una moltitudine di opinioni differenti, perciò la selezione è dettata da canoni prettamente personali. Ricordo che a questo articolo ne seguirà un secondo durante la giornata di domani, in cui compariranno, come oggi, altre due citazioni con relativa riflessione. Ovviamente lo sapete già, non sono un critico letterario, ne tanto meno uno psicologo, le mie sono semplici riflessioni, opinioni scritte in base a ciò che le stesse parole mi suggeriscono. Detto ciò partirei con la prima citazione, scritto da Georges Perec. Nelle sue parole si scorge la sua personalità, cosa significa scrivere per sé. Mi ritrovo molto: anche per me scrivere è uno scudo, una protezione, anche se lo vivo anche come un rifugio in cui trovare la serenità. Egli si sente totalmente protetto da quelle parole che una dopo l’altra i materializzano sul foglio, un’arma con cui difendersi con astuzia d mondo che lo circonda, dalle frasi non scritte e contestabili. Scrivere produce dogma formali e contenuti dalle parentesi silenziose. Le immagini create sono davvero stupende, una sorta di pragmatismo impalpabile. Anche nella seconda citazione, direttamente dalla penna del grande Voltaire abbiamo il plasmarsi di un’immagine bellissima. Immagina le lettere come tempera sulla tela, ogni parola è un’ tratto compiuto con un pennello. Il risultato di queste azioni è l’apice, l’opera compiuta. Citazioni in inglese nel primo commento. Prima di concludere vi ricordo di iscrivervi al blog (www.storytellereyeword.com) e su Instagram (storytellerseyeword) perché raggiunti in contemporanea su entrambe le piattaforme i 500 followers, organizzerò alcuni speciali sul blog piú delle iniziative Instagram e avremo modo insieme di scoprire curiosità tra le piú diverse. Come sempre rispondo ad ogni like e segui. Lasciate una stellina e un commento per farmi conoscere la vostra opinione, di seguire il blog e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Greetings to all, Dear Readers! In this article I will analyze with you the hidden meaning between the lines of the following quotations about the theme of writing. As we know this is a vast theme and like every theme with the following characteristics presents a multitude of different opinions, therefore the selection is dictated by purely personal canons. I would remind you that this article will be followed by a second one tomorrow, in which, as today, two more quotations will appear with relative reflection. Of course you already know, I am not a literary critic, let alone a psychologist, mine are simple reflections, opinions written according to what the same words suggest to me. Having said that I would start with the first quote, written by Georges Perec. In his words you can see his personality, what it means to write for himself. I find myself very much: even for me writing is a shield, a protection, even if I also live it as a refuge in which to find serenity. He feels totally protected from those words that one after the other materialize on the sheet, a weapon with which to defend himself with the cunning of the world around him, from unwritten and questionable phrases. Writing produces formal dogmas and content with silent parentheses. The images created are really beautiful, a kind of impalpable pragmatism. Also in the second quote, directly from the pen of the great Voltaire we have the shape of a beautiful image. Imagine the letters as tempera on the canvas, each word is a stroke made with a brush. The result of these actions is the apex, the work accomplished. Quotes in English in the first comment. Before concluding I remind you to subscribe to the blog (www.storytellereyeword.com) and instagram (storytellerseyeword) because reached simultaneously on both platforms the 500 followers, I will organize some specials on the blog more than Instagram initiatives and we will have the opportunity to discover curiosities among the most diverse. As always I respond to every like and follow. Leave a starlet and a comment to let me know your opinion, follow the blog and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article in the blue banners on home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

siti
Annunci
Annunci

EMPATIA: IL LIBRO DELL’INQUIETUDINE (9 settembre 2020)

Annunci

Un saluto a tutti, cari Lettori! Questo articolo è forse il primo davvero argomentativo, escludendo quello di natura riflessiva uscito ieri, che vi invito a leggere qualora non lo aveste ancora fatto, dal principio della nuova programmazione di settembre. Non potevo esimermi dal trattare un argomento per la rubrica EMPATIA, con il suo mood immaginifico, sognante e un pò fuori dagli schemi, per queste sue peculiarità credo sia ideale per iniziare al meglio questa nuova stagione di scritture creative. Oggi in

particolare vi voglio parlare di un libro che già solo per il titolo è un’opera originale e sopra le righe. Autore il grande Fernando Pessoa, di cui ho dedicato una stesura biografica, sempre per la medesima rubrica, durante la stagione precedente. Mi riferisco a “Il libro dell’inquietudine”, di cui la prima stesura in lingua originale è stata pubblicata nel 1982 e arriva in Italia quattro anni più tardi. Come si può desumere, visto che l’autore viene a mancare nell’anno 1935, l’opera verrà pubblicata molti anni dopo la sua morte per volontà di editori e curatori devoti alla figura del celebre scrittore. Si tratta in realtà di “un libro che non esiste”, pensato come un “libro a venire” appunto. Non è altro che carte sparse, ritagli, appunti di tutta una vita, in totale una raccolta di 400 brevi prose tra le più differenti, scritte durante il ventennio tra il 1913 e il 1935. Già in vita l’Autore assegna diverse paternità alla futura opera, quasi volesse prolungare la sua persona in due differenti alter-ego, rispettivamente Bernardo Soares e Vicente Guedes. L’opera è quindi della stessa personalità, racchiudendo però in sè diverse persone distinte (da notare la scelta della prima persona singolare per la stesura). Il linguaggio è febbrile, malinconico, colmo di infiniti personali, di anacoluti e di parole inventate. Ciò gli permette di affrontare con sensibilità e forte emotività il mal di vivere del suo primo alter-ego, Soares appunto. Nonostante le mille stranezze racchiuse in questo capolavoro, il lettore è immerso in un profondo senso di praticità e semplificazione alla lettura, vista la sua natura scomposta, che permette sia una lettura a più riprese, sia perchè no, senza un ordine cronologico. Vi invito dunque a leggere il libro, a mio avviso, più metafisico di sempre, per scoprire il lato incredibile e bizzarro della scrittura creativa. Con queste parole concludo, un forte abbraccio.

Sempre Vostra, Storyteller.

Annunci
Annunci