DIARIO DI LIBERO PENSIERO: INIZIO DI UN NUOVO PERCORSO. (15 ottobre 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Letti! L’appuntamento di oggi è sicuramente fondamentale perchè ho intenzione, come già definito nel post informativo di ieri, di illustrarvi la dinamica di questo nuovo format di DIARIO. Ebbene sì, il nostro consueto appuntamento del venerdì cambierà leggermente i suoi connotati per avvicinarsi maggiormente al concetto reale di diario, ovvero di un piccolo quaderno che racchiude i pensieri che scorrono in base al nostro quotidiano. Non parleremo più soltanto di esperienze e considerazioni sporadiche, ma quest’ultime saranno inserite nel corso della descrizione degli avvenimenti settimanali. Parleremo infatti di quello che studio, del mio approccio, dei cambiamenti che faccio nella settimana, di quelle esperienze che più altre hanno suscitato in me una riflessione. Ovviamente nel corso narrativo troverete anche tutti i racconti già presenti nella precedente forma di diario. Mi esalta l’idea di fornirvi uno scorcio, di farvi dare uno sguardo a quegli aspetti della mia vita che fanno parte del mio bagaglio empirico e che quindi possono dare consigli ed emozioni anche a voi che leggete. Dalla rinascita poi, così definisco il momento in cui ho ripreso a lavorare e scrivere in seguito al mio stato di generale malessere, tanti aspetti sono positivamente cambiati nella mia vita e mi piace molto l’idea di condividere questo con voi. Non tolgo il fatto che qualcosa possa tornare a negarmi qualche giorno di scrittura, perchè la mia realtà è questa nonostante tutte le forme di cure che attuo, ma sarò sempre felice, nel più breve tempo possibile, di tornare a scrivere questi articoli che essenzialmente li vivo come un ulteriore completamento della mia quotidianità. La bellezza di Storyteller’s Eye Word è questa: io per prima ma anche voi che leggete, commentate e apprezzate, siete totalmente liberi. Non importa se io o voi uscite fuori tema o parlate di pensieri che apparentemente non c’entrano. Potete anche commentare dicendo che non accettate per niente quello che penso fornendomi la vostra tesi e argomentazione e per me sarebbe semplicemente un dibattito emozionante e un modo per comprendere un nuovo punto di vista. Quindi commentate, lasciate il vostro commento con la vostra idea. Vi piacerebbe vedere e capire meglio come si svolgeranno le prossime pagine di diario? Avete suggerimenti, consigli o semplicemente delle domande in merito al quotidiano che vorreste pormi? Intanto scrivete, perchè scrivere è la capacità più nobile dell’essere umano insieme al pensiero. Vedete Madre Natura, aldilà di ciò che vogliamo far credere a noi stessi, non ci ha resi migliori degli altri esseri viventi, non ci ha dato alcuna particolare abilità, ma per fortuna ci ha fornito uno strumento prezioso, ovvero la nostra ragione per creare, inventare e sopperire alle nostre mancanze, tra cui la scrittura. Vi consiglio in merito la lettura scritta da un sociologo, ovvero Marco Aime, uno per me dei migliori, il cui titolo è Cultura. Lo farei leggere ad ogni giovane delle scuole superiori, come successe anche a me all’epoca, perchè cambia davvero la percezione dell’uomo sulla terra. Ti accorgi semplicemente che il tuo egocentrismo verso le altre specie è assolutamente inutile. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stella e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home page e confermare. È possibile votare un numero illimitato di volte, basta attendere 60 minuti tra una votazione e l’altra. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Beds! Today’s appointment is certainly essential because I intend, as already defined in yesterday’s informative post, to illustrate the dynamics of this new DIARY format. Yes, our usual Friday appointment will slightly change its connotations to get closer to the real concept of diary, or rather a small notebook that contains the thoughts that flow according to our daily life. We will no longer speak only of sporadic experiences and considerations, but the latter will be inserted in the course of the description of the weekly events. In fact, we will talk about what I study, about my approach, about the changes I make during the week, about those experiences that more than others have aroused reflection in me. Obviously in the narrative course you will also find all the stories already present in the previous form of diary. The idea of ​​giving you a glimpse, of making you take a look at those aspects of my life that are part of my empirical baggage and therefore can give advice and emotions to you who read, excites me. From the rebirth then, so I define the moment in which I resumed working and writing following my state of general malaise, many aspects have positively changed in my life and I really like the idea of ​​sharing this with you. I do not take away the fact that something can return to deny me a few days of writing, because this is my reality despite all the forms of treatment that I implement, but I will always be happy, in the shortest possible time, to return to writing these articles that essentially I live as a further completion of my daily life. The beauty of Storyteller’s Eye Word is this: I first but also you who read, comment and appreciate, are totally free. It doesn’t matter if you or I go off topic or talk about thoughts that apparently have nothing to do with it. You can also comment by saying that you do not accept what I think at all by providing me with your thesis and argument and for me it would simply be an exciting debate and a way to understand a new point of view. So comment, leave your comment with your idea. Would you like to see and understand better how the next diary pages will unfold? Do you have any suggestions, advice or simply any questions about the newspaper you would like to ask me? Meanwhile, write, because writing is the noblest ability of the human being together with thought. You see Mother Nature, beyond what we want to make ourselves believe, she has not made us better than other living beings, she has not given us any particular skills, but fortunately she has provided us with a precious tool, which is our reason for creating, invent and make up for our shortcomings, including writing. I recommend reading written by a sociologist, Marco Aime, one of the best for me, whose title is Culture. I would make every high school young person read it, as happened to me at the time, because it really changes the perception of man on earth. You simply realize that your self-centeredness towards other species is absolutely useless. With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners on the home page and confirm. You can vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

siti

DIARIO DI LIBERO PENSIERO: ESPERIENZE CHE NUTRONO L’ANIMA. (8 ottobre 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Oggi, dopo tanto tempo, torno a riempire le pagine del mio diario storytelliano, con parole ed esperienze che hanno segnato il trascorrere dei miei giorni. Ne sentivo la mancanza, condividere con voi tutto, sia i momenti piacevoli, che le sconfitte, è per me particolarmente formativo, mi aiuta a mettere ordine, a capire ciò che mi è utile e ciò che a sua volta può esserlo per voi, ma soprattutto cosa non lo è affatto. Come sapete questo periodo è stato difficile per me, ho affrontato non solo la sensazione di malessere costante, ma anche e soprattutto i miei demoni interiori. L’aspetto positivo in tutto ciò è stato però che era il periodo delle vacanze e quindi un momento da dedicare al riposo e allo svago. Lo scopo delle vacanze in fondo è proprio questo, cercare di portare nuovamente a zero tutto lo stress accumulato nel corso dell’anno. Ebbene ormai la tappa fissa per ogni vacanza della mia famiglia è la Francia, in particolare le zone della Provenza, luogo da noi facilmente raggiungibile visto che vivo in Piemonte, nei pressi della Val Chisone. Sconfinare nel nostro caso, necessita appena un oretta, forse poco più. La Provenza francese, per chi ama la natura, la serenità e la ricerca di cultura locale è ideale. Durante il periodo estivo le strade e le città si riempiono di caratteristici mercati all’aperto in cui si possono trovare oggetti e prodotti alimentari fra i più differenti e tutti di ottima qualità. Nei pressi della storica cittadina di Nyons ogni giovedì c’è un ricco mercato rionale che si estende lungo i suoi vicoli. La città, tipicamente di stampo medievale, si compone di abitazioni realizzate per lo più in pietra, restaurate e finemente portate in auge. Sull’apice dell’altopiano in cui si erge il paese troneggia la Tour Randonne, un piccolo edificio di fattura tipicamente gotica. E’ la tappa ideale di chi ama le lunghe camminate rilassanti nei piccoli centri storici, di quei paesi segnati dal fascino antico. Io faccio assolutamente parte di questo gruppo. Inoltre la Provenza è certamente famosa per la produzione di prodotti a base di lavanda e saponi naturali. Nei pressi di Nyons, ad una manciata di minuti dal centro storico della cittadina, si può trovare una tipica Savonnerie, un azienda che vende e produce saponi naturali con le profumazioni più disparate e le forme più ricercate, come piccoli animali, cuori, fiori e altro. Alcune di queste saponette sono esposte un splendide scatoline di latta decorate, il che le rende un perfetto regalo da portare di ritorno dalle vacanze ad amici e parenti. Infine un altro aspetto che mi attrae della Provenza, ma che in realtà è molto diffuso in tutto il territorio francese è il brocantage. Non è altro che il commercio di oggetti e mobili d’epoca, dal vintage all’antiquariato. Ogni piccolo paese ha almeno un negozio di brocante. Sgattaiolare in questi negozi è un vero tuffo nel passato, con viaggi mentali che a volte superano abbondantemente il secolo di storia. La passione per l’antiquariato è maturato in me dai miei genitori, anch’essi molto appassionati. Adoro andare alla ricerca dall’affare, acquistando oggetti che successivamente possono arredare le stanze di casa mia. Lo consiglio, sicuramente chi ama viaggiare adorerà scoprire non solo il presente di una certa cultura, ma anche il suo passato. Prima di concludere vi chiedo di commentare parlandomi della vostra esperienza. Siete mai stati in Francia? Avete una meta tra le vostre esperienze di viaggio che più di altre vi ha segnato e colpito? Scrivetemi liberamente. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stella e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home page e confermare. È possibile votare un numero illimitato di volte, basta attendere 60 minuti tra una votazione e l’altra. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! Today, after a long time, I return to fill the pages of my Storytellian diary, with words and experiences that have marked the passing of my days. I missed it, sharing everything with you, both the pleasant moments and the defeats, is particularly formative for me, it helps me to put in order, to understand what is useful to me and what in turn can be for you, but especially what is not at all. As you know this period has been difficult for me, I have faced not only the feeling of constant malaise, but also and above all my inner demons. The positive aspect in all this, however, was that it was the holiday period and therefore a time to devote to rest and recreation. After all, the purpose of the holidays is precisely this, to try to bring all the stress accumulated over the year to zero again. Well now the fixed stop for every holiday of my family is France, in particular the areas of Provence, a place that we can easily reach since I live in Piedmont, near the Val Chisone. In our case, crossing the border takes just an hour, perhaps a little more. French Provence, for those who love nature, serenity and the search for local culture is ideal. During the summer the streets and cities are filled with characteristic open-air markets where you can find objects and food products of the most different and all of excellent quality. Near the historic town of Nyons every Thursday there is a rich local market that extends along its alleys. The city, typically of medieval style, is made up of houses made mostly of stone, restored and finely brought into vogue. On the top of the plateau where the town stands stands the Tour Randonne, a small typically Gothic building. It is the ideal stop for those who love long relaxing walks in the small historic centers, of those villages marked by ancient charm. I am absolutely part of this group. In addition, Provence is certainly famous for the production of lavender products and natural soaps. Near Nyons, a few minutes from the historic center of the town, you can find a typical Savonnerie, a company that sells and produces natural soaps with the most diverse fragrances and the most sought-after shapes, such as small animals, hearts, flowers and other. Some of these soaps are displayed in beautiful decorated tin boxes, making them a perfect gift to bring back from holidays to friends and family. Finally, another aspect of Provence that attracts me, but which is actually very widespread throughout the French territory, is brocantage. It is nothing more than the trade of period objects and furniture, from vintage to antiques. Every small town has at least one brocante shop. Sneaking into these shops is a real blast from the past, with mental journeys that sometimes well exceed a century of history. The passion for antiques matured in me from my parents, who are also very passionate. I love to go looking for a bargain, buying items that can later decorate the rooms of my house. I recommend it, surely those who love to travel will love to discover not only the present of a certain culture, but also its past. Before concluding, I ask you to comment by telling me about your experience. Have you ever been to France? You have a goal in your experiencestravel that more than others has marked and impressed you? Write to me freely. With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners on the home page and confirm. You can vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

siti web

INFORMAZIONI/INFORMATION. (8 ottobre 2021)

Annunci

Vi ricordo di lasciare una stella e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home page e confermare. È possibile votare un numero illimitato di volte, basta attendere 60 minuti tra una votazione e l’altra. Un abbraccio a tutti!

siti web

DIARIO DI LIBERO PENSIERO: L’IMPORTANZA DEI MESSAGGI SUBLIMINARI, LA MIA ESPERIENZA. (14 agosto 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Sapete bene che le mie pagine di diario contengono spesso riferimenti ad esperimenti che ho provato su me stessa, ad esperienze che ho provato sulla mia mente e sul mio corpo al fine di consigliare o meno qualcosa di cui possiate beneficiare. Quello di cui vi parlerò ha le seguenti caratteristiche. Spesso infatti si trovano sul web, in particolare oggigiorno su Youtube, video e audio contenenti messaggi subliminari. Questi infatti hanno la capacità di influenzare le nostre azioni e pensieri mediante il loro ascolto e visione. Ma procediamo con ordine, perché prima di raccontare la mia esperienza è bene introdurvi brevemente all’argomento. I messaggi subliminali sono tutte quelle affermazioni e concetti che vengono processati dal cervello in maniera inconscia. Si dice che il loro principale scopo sia quello di influenzare i nostri comportamenti e decisioni, ma in merito, gli psicologi mostrano opinioni differenti. Inoltre gli stessi creatori affermano come quest’ultimi non diano sempre gli effetti desiderati, ottenendo talvolta risultato totalmente opposti. La prima ricerca in merito fu realizzata nel 1919 da un certo Poetzle il quale stabilì una relazione tra gli stimoli subliminali, la suggestione post-ipnotica e la neurosi compulsiva.  A quel punto l’argomento venne abbandonato per lungo tempo e ripreso intorno agli ’50. Nel 1957 infatti il ricercatore del mercato nord-americano Vicary mostrò a una serie di persone delle immagini contenenti in sé messaggi invisibili che potevano essere percepite ma non in modo consapevole. Durante la proiezione di queste immagini appariva un fotogramma extra con il seguente messaggio: “Hai fame, mangia popcorn. Hai sete, bevi Coca Cola”. Il risultato fu sorprendente: l’aumento della vendita di popcorn raggiunse un 70% mentre che quella della Coca Cola solo il 20%. Lo scarso aumento di vendita di Coca Cola lo condusse ad una ricerca ancora più approfondita scoprendo che nei giorni dell’esperimento c’erano temperature basse e di conseguenza le persone non avevano necessità di bere. Sulla base di questi primitivi ed elementari studi ne sono seguiti altri, non solo con l’utilizzo di messaggi negativi, ma anche e soprattutto positivi come ad esempio, essere più positivi, curare stress, attacchi di panico, stati d’ansia ingiustificata, smettere di fumare, approcciarsi a stili di vita salutari con eventualmente un dimagrimento, acquisire autostima e altro. Ebbene proprio per questo ho provato anch’io e voglio parlavi della mia esperienza. Sono per ora pochi i giorni che mi approccio ai messaggi subliminari, circa una ventina. Spesso in questi video si chiede la costanza di almeno 30/40 giorni affinché risulti davvero efficace e programmato nel pensiero inconscio. Ascoltando questi audio non si percepisce assolutamente nulla di comprensibile, se non una sorta di bisbiglio che prosegue dall’inizio alla fine.Viene ricordato a chi ascolta che si può ascoltare senza prestargli particolare attenzione, mentre svolgiamo qualsiasi attività a parte alla guida di veicoli, io ad esempio li ascolto spesso mentre riordino ala casa o mentre scrivo. Sembra strano da dire anche a me, anche perché amo tutto ciò che cura naturalmente ma non sono una credulona e non credo mai ciecamente a tutto ciò che leggo o sento, ma ho percepito effetti positivi sulla mia psiche fin da subito in base alla natura dell’audio. Fin da subito ho ottenuto un atteggiamento più positivo rispetto all’obiettivo del messaggio. In particolare vorrei consigliarvi il canale Youtube che io sto utilizzando e che sembra portare contenuti davvero efficaci. Il nome è Lorenzo Grandi. Ovviamente il mio non é un invito a farvi credere e apprezzare i messaggi subliminari, condivido semplicemente la mia esperienza e consiglio dal momento che ho visto effetti positivi sulla mia persona. Sarei felice, qualora veste già provato o avete intenzione di provare, di ricevere un vostro commento per un confronto amichevole. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stella e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home page e confermare. È possibile votare un numero illimitato di volte, basta attendere 60 minuti tra una votazione e l’altra. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers!
You know well that my diary pages often contain references to experiments that I have tried on myself, to experiences that I have tried on my mind and body in order to recommend or not something you can benefit from.
The one I’m going to tell you about has the following characteristics.
In fact, videos and audios containing subliminal messages are often found on the web, particularly nowadays on Youtube. These in fact have the ability to influence our actions and thoughts through their listening and vision. But let’s proceed in order, because before telling my experience it is good to introduce you briefly to the subject. Subliminal messages are all those statements and concepts that are processed by the brain in an unconscious way. Their main purpose is said to be to influence our behaviors and decisions, but psychologists show different opinions on this. Furthermore, the creators themselves affirm that the latter do not always give the desired effects, sometimes obtaining totally opposite results. The first research on the subject was carried out in 1919 by a certain Poetzle who established a relationship between subliminal stimuli, post-hypnotic suggestion and compulsive neurosis. At that point the subject was abandoned for a long time and resumed around the 1950s. In fact, in 1957 the researcher of the North American market Vicary showed a series of people images containing invisible messages that could be perceived but not in a conscious way.
During the projection of these images an extra frame appeared with the following message: “You’re hungry, eat popcorn. You’re thirsty, drink Coca Cola ”.
The result was surprising: the increase in popcorn sales reached 70% while that of Coca Cola only 20%. The small increase in the sale of Coca Cola led him to an even deeper research discovering that in the days of the experiment there were low temperatures and consequently people did not need to drink. On the basis of these primitive and elementary studies, others followed, not only with the use of negative messages, but also and above all positive ones such as, for example, being more positive, treating stress, panic attacks, unjustified anxiety states, quitting smoking, approaching healthy lifestyles with possibly weight loss, gaining self-esteem and more. Well that’s why I tried it too and I want to talk to you about my experience. For now, I have been approaching subliminal messages for a few days, about twenty. Often in these videos the constancy of at least 30/40 days is asked for it to be really effective and programmed in the unconscious thought.
Listening to these audios there is absolutely nothing understandable, except a sort of whisper that continues from beginning to end.The listener is reminded that you can listen without paying particular attention to it, while we carry out any activity apart from driving vehicles. For example, I often listen to them while I tidy up at home or while I write. It seems strange to say to me too, also because I love everything that heals naturally but I am not a gullible and I never blindly believe everything I read or hear, but I felt positive effects on my psyche right away based on the nature of the ‘audio. Right from the start, I got a more positive attitude towards the goal of the message. In particular I would like to recommend the Youtube channel that I am using and that seems to bring really effective contents.
The name is Lorenzo Grandi. Obviously mine is not an invitation to make you believe and appreciate the subliminal messages, I simply share my experience and advice since I have seen positive effects on my person. I would be happy, if you have already tried on or you intend to try, to receive your comment for a friendly comparison. With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners on the home page and confirm. You can vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

web

DIARIO DI LIBERO PENSIERO: TEMPI PER RIFLETTERE LONTANO DAL PC. (16 luglio 2021)

Annunci

Un Saluto tutti, Cari Lettori! Con il pc distante da me, impossibilitata nel utilizzarlo perché come sapete è rotto, o meglio non si accende proprio più, ho più tempo di riflettere nel corso di tutta la mia giornata. E personalmente è un’esperienza gratificante e positiva. Ho più tempo, per esempio, per meditare, per riflettere su me stessa, per migliorare degli aspetti che ritenevo problematici da tempo. Credo che la cosa che più “ci frega” in ogni aspetto della nostra vita è lo stress. Purtroppo è la piaga del nuovo millennio. Se vogliamo risolvere una quantità incredibile di problemi, e lo dico in primis a tutti gli scettici che mi stanno leggendo, bisogna distruggere questo terribile mostro chiamato stress. Io, nonostante il mio blog, la mia scrittura e una vita tutto sommato apparentemente tranquilla, ho le mie cariche di stress e quando noto che il livello di quest’ultimo si alza capisco che è arrivato il momento di pensare un po’ a me stessa. Quante volte vi è capitato? La domanda sembra quasi ridicola. Migliaia e migliaia di volte. Ma come si fa a togliere lo stress da noi? Sembra qualcosa di davvero molto molto complicato, ma che in realtà è molto semplice. Per molti invece risulta difficile per un semplice unico motivo: non prestano ascolto all’inconscio del loro cervello. Si, perché lo stress arriva da cause esterne e dal momento che noi ne stiamo soffrendo il corpo ci dà il suo segnale e bisogna prestargli ascolto. Ad esempio, tutta quella serie di strani malesseri che si irradiano in varie parti del nostro corpo, di cui non si sa bene la natura e l’origine, a partire dal mal di testa fino ai dolori articolari o il comune mal di schiena, nascono da un’infiammazione. L’infiammazione è una risposta che il nostro corpo a livello cellulare ci offre per comunicarci uno stato di malessere generato dallo stress e da ciò che ci circonda. È proprio allora, con questi chiari segnali, che arriviamo al momento fatidico. Devo ricominciare ad ascoltarmi. Perciò, in questi giorni, ho personalmente cominciato a darmi più tempo per meditare, ad essere più cosciente di ciò che mangio, ad assumere più acqua, a praticare esercizio fisico, ma soprattutto a volermi bene. Il modo migliore per volerci bene è volendo bene al prossimo. Ma allora vi chiederete che cosa c’entra questo con l’ascolto di sé stessi? A volte avere uno spazio intorno a sé calmo e piacevole fa stare bene anche noi. L’egoismo non è un valido rimedio per la guarigione. Per questo amo coccolare i miei lettori ad esempio, chiedendo loro ogni mattina come stanno e augurando loro il buongiorno, sapendo di essere spesso anche ricambiata, oppure aiutando nelle faccende domestiche in casa in maniera spontanea, senza che nessuno mi ponga delle particolari richieste, ma solo per vedere la gioia nel prossimo per aver migliorato la sua vita. Quindi con la mia stessa esperienza vi porto il mio consiglio di oggi. Per migliorare la vostra salute psicofisica iniziate da quello che vi circonda. Imparate a voler bene al prossimo prima che a voi stessi, imparate a vedere il buono nel prossimo, in modo tale che questo di conseguenza sia buono con voi, questo è l’egoismo positivo di cui tutti abbiamo bisogno. Con ciò non vi dico di farvi trattare come degli zerbini, dite sempre onestamente e liberamente ciò che pensate, ma sempre nel rispetto altrui. Dunque mi farebbe piacere sapere la vostra opinione in merito. Siete tutt’ora vittime di stress? Come vi farebbe sentire questo genere di pratica su voi stessi? L’avete già provata avete intenzione di provare anche voi? Scrivete pure liberamente nei commenti. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stella e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home page e confermare. È possibile votare un numero illimitato di volte, basta attendere 60 minuti tra una votazione e l’altra. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings all, Dear Readers! With the PC away from me, you are unable to use it because as you know it is broken, or rather it doesn’t turn on anymore, I have more time to reflect throughout my day. I have more time, for example, to meditate, to reflect on myself, to improve aspects I have considered you problematic for some time. I think the thing that most “cares” in every aspect of our life is stress. Unfortunately it is the scourge of the new millennium. If we want to solve an incredible amount of problems, and I say this primarily to all the skeptics who are reading me, we have to destroy this terrible monster called stress. I, despite my blog, my writing is an apparently quiet life after all, I have my loads of stress and when I notice that the level of the latter rises I understand that the time has come to think a little about myself. How many times has this happened to you? The question seems almost ridiculous. Thousands and thousands of times. But how do you take the stress out of us? It sounds like something really very very complicated but it is actually very simple. For many, however, it is difficult for one simple reason: they do not listen we enrich the unconscious of their brain point semicolon because the stress comes from external causes but since we are suffering from it, the body gives us its signal and we must listen to it. For example, all that series of strange ailments that radiate in various parts of our body, of which we do not know well.The nature and origin, starting from the headache up to you have joint pains the common back pain arise from a inflammation. Inflammation is the response that our body offers us at the cellular level to carry out a state of malaise created by stress and what surrounds us. It is precisely at the Dora, with these clear signals that we arrive at the fateful moment I have to start listening to myself again. So in these days I personally started giving me more time to meditate, to be more aware of what I eat, to take more water, to practice physical exercise, but above all to love myself the best way to do it and loving the next point but then you wonder what does this have to do with listening to yourself? Sometimes having a calm space around you is pleasant makes us feel good too. Selfishness was not a valid remedy for healing. This is why I love to pamper my readers, for example, asking them every morning how they are and wishing them good morning knowing that sometimes they will also be reciprocated, or helping with the household chores at home spontaneously, without anyone asking me any particular requests but only to see the joy of something improved in one’s life. So with my own experience I bring you my advice today. To improve your mental and physical health, start with what surrounds you. Learn to love your neighbor before you do yourself, learn to see the good in your neighbor in such a way that this is good to you, this is the positive selfishness we all need. With this I am not telling you to be treated like doormats, always say honestly and freely what you think but always with respect for others. So I’d love to hear your opinion on this. Are you still a victim of stress? How would this kind of practice make me feel about yourself? You have already tried it, are you going to try it too? Feel free to write in the comments. With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners on the home page and confirm. You can vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.


Always Yours, Storyteller.

sito internet

DIARIO DI LIBERO PENSIERO: POLVERI MAGICHE. (18 giugno 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Come di consueto, oggi essendo venerdì scrivo e condivido con voi una pagina di diario, per parlare di ciò che più mi ha colpito negli ultimi giorni, di ciò che mi fa stare bene, di ciò che amo di più. In particolare parlerò di coloro che nel titolo ho definito “polveri magiche “. Conoscete già il mio grande amore per la sana alimentazione: amo essere attenta a cosa consumo quotidianamente, leggere attentamente le etichette di ogni confezione, assumere degli integratori naturali qualora ne sento il bisogno, in generale nutrirmi di tutto quegli alimenti che possono migliorare nel tempo la mia salute. È il caso di quelle che ho definito “polveri magiche”. Perché proprio di tali proprietà sono ricche queste polveri. Si tratta delle spezie. Qui in Italia sono spesso poco adoperate in cucina, ma il contrario gioverebbe molto alla nostra salute. Si tratta infatti di sostanze dal forte potere antiossidante e antinfiammatorio. Ma procediamo con ordine. Spesso si attribuisce il termine “antiossidante” a qualcosa di esclusivamente legato il mondo della cosmetica e dell’anti-age in generale. In realtà la questione è ben diversa e ben più ampia. Gli antiossidanti infatti sono sostanze chimiche o agenti fisici che rallentano o prevengono l’ossidazione di altre sostanze. L’ossidazione è alla base della formazione di radicali liberi, entità molecolari in grado di attaccare e danneggiare grandi quantità di cellule. Tutti i processi metabolici presenti all’interno del nostro corpo avvengono in primis nelle cellule. Per evitare un accumulo di ossidazione a livello cellulare è necessario introdurre nel nostro corpo sostanze antiossidanti come ad esempio alcuni enzimi, la vitamina A, la vitamina E, il glutatione e tante altre. Inoltre il secondo grande potere di queste polveri è quello di essere antinfiammatorie. L’infiammazione é l’insieme delle modificazioni che si verificano in una o più aree dell’organismo. Si tratta della naturale risposta del corpo a un danno cellulare. Il danno può infatti essere provocato da agenti fisici, chimici e tossici o da agenti di natura biologica, come virus e batteri. In entrambe le situazioni usare quotidianamente spezie, nei sughi, nei condimenti e in zuppe o minestre, può risultare una valida risposta naturale a disturbi che si annoverano nei primati di questo millennio. Si può usare la spezia che più ci aggrada, io ad esempio adoro il curry, la paprika dolce, i semi di coriandolo e il rosmarino (preferibilmente secco). Ovviamente, visti alcuni specifici casi di non tolleranza se si ha qualche particolare malessere è preferibile una consulenza medica, ma in caso contrario il loro consumo può solo fare bene! Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stella e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home page e confermare. È possibile votare un numero illimitato di volte, basta attendere 60 minuti tra una votazione e l’altra. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! As usual, today being Friday I write and share with you a diary page, to talk about what struck me most in the last few days, what makes me feel good, what I love most. In particular, I will talk about those who I have defined in the title as “magic powders”. You already know my great love for healthy nutrition: I love to be careful about what I consume every day, carefully read the labels of each package, take natural supplements if I feel the need, in general feed myself with all those foods that can improve my my health. This is the case with what I have called “magic powders”. Because these powders are rich in these properties. It’s about the spices. Here in Italy they are often little used in the kitchen, but the opposite would be very beneficial to our health.
In fact, these are substances with a strong antioxidant and anti-inflammatory power. But let’s proceed in order. The term “antioxidant” is often attributed to something exclusively related to the world of cosmetics and anti-aging in general. In reality, the question is very different and much broader. In fact, antioxidants are chemicals or physical agents that slow down or prevent the oxidation of other substances. Oxidation is the basis for the formation of free radicals, molecular entities capable of attacking and damaging large quantities of cells. All the metabolic processes present within our body take place primarily in the cells. To avoid an accumulation of oxidation at the cellular level it is necessary to introduce antioxidant substances into our body such as some enzymes, vitamin A, vitamin E, glutathione and many others. Furthermore, the second great power of these powders is to be anti-inflammatory. Inflammation is the set of changes that occur in one or more areas of the body. It is the body’s natural response to cell damage. The damage can in fact be caused by physical, chemical and toxic agents or by agents of a biological nature, such as viruses and bacteria. In both situations, using spices daily, in sauces, condiments and soups or soups can be a valid natural response to ailments that are counted in the primates of this millennium. You can use the spice we like best, for example I love curry, sweet paprika, coriander seeds and rosemary (preferably dry). Obviously, given some specific cases of non-tolerance, if you have any particular malaise, medical advice is preferable, but otherwise their consumption can only do you good! With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners on the home page and confirm. You can vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

sito

DIARIO DI LIBERO PENSIERO: MOLTO PIÙ DELL’ACQUA. (31 maggio 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Il titolo è sicuramente strano ed enigmatico, in quanto di per sé l’acqua, nonostante sia spesso snobbata, é una delle bevande che meglio risponde alle esigenze del nostro corpo, e soprattutto si tratta di una delle poche bevande che non crea conseguenze derivate dall’assunzione, infine disseta chiunque, anche in condizioni estreme. Ma nonostante ciò non può essere considerata come unica bevanda salutare: basterà aggiungere qualche erba o pianta all’acqua calda, per ottenere un concentrato di natura e di salute, di cui tutti possiamo beneficiare. Mi riferisco alle tisane. L’acqua, in questo caso, svolge la funzione di veicolante delle proprietà presenti nelle piante, principalmente precedentemente essiccate. Posso essere infatti un valido aiuto per una serie illimitata di problematiche. Essendo questa una pagina di diario vi parlerò della mia esperienza con le tisane. Io ne assumo ben tre al giorno. La prima tazza al mattino, a colazione, la seconda al termine del pranzo ed infine la terza prima di coricarmi. La prima è sempre un thè verde o una tisana a base di frutti. La seconda è una tisana di tiglio o finocchio e alla fine termino la giornata con una classica camomilla. Il miglior modo per gustarle è sicuramente l’infusione: è necessario recarsi in un erboristeria e farsi preparare delle bustine con le diverse erbe essiccate. Potete chiedere direttamente consiglio a lei per scegliere la tisana per voi migliore in base alle vostre esigenze. La mia scelta è principalmente personale. Il thè verde ha notevoli proprietà antiossidanti, il suo aroma deciso lo rende perfetto per una colazione sana. La scelta del tiglio o del finocchio nasce dalle loro capacità digestive e curative dell’apparato digerente. Infine la camomilla, ce ben noto ai tanti, concilia il sonno, ha un effetto rilassante sui muscoli e risulta un cura efficace per trattare i malesseri dovuti al ciclo mestruale femminile. Ad ogni modo questa è la mia selezione. Siete anche voi appassionati di tisane? Avete tisane particolari da propormi? Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! The title is certainly strange and enigmatic, as water itself, despite being often snubbed, is one of the drinks that best meets the needs of our body, and above all it is one of the few drinks that does not create consequences derived from
‘assumption finally quenches anyone’s thirst, even in extreme conditions. But despite this it cannot be considered as the only healthy drink: just add a few herbs or plants to hot water, to obtain a concentrate of nature and health, from which we can all benefit.
I am referring to herbal teas.
In this case, water acts as a carrier of the properties present in plants, mainly previously dried. In fact, I can be a valid help for an unlimited series of problems.
As this is a diary page, I will tell you about my experience with herbal teas. I take three a day. The first cup in the morning, at breakfast, the second at the end of lunch and finally the third before going to bed. The first is always a green tea or a fruit-based herbal tea.
The second is a linden or fennel tea and at the end I end the day with a classic chamomile. The best way to enjoy them is definitely the infusion: you need to go to a herbalist’s shop and have sachets prepared with the different dried herbs. You can ask her for advice directly to choose the best herbal tea for you based on your needs. My choice is mainly personal. Green tea has remarkable antioxidant properties, its strong aroma makes it perfect for a healthy breakfast. The choice of lime or fennel stems from their digestive and healing abilities of the digestive system. Finally, chamomile, well known to many, reconciles sleep, has a relaxing effect on the muscles and is an effective cure for treating discomfort due to the female menstrual cycle. Anyway this is my selection. Are you also fond of herbal teas? Do you have special herbal teas to offer me? With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar under the article or in the blue banners on the home page and confirm.
It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.


Always Yours, Storyteller.

web

DIARIO DI LIBERO PENSIERO: LE MIE SENSAZIONI. (21 maggio 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori!Oggi con la rubrica DIARIO voglio mettere l’accento sulle mie emozioni, su ciò che sto provando in questo periodo. Devo dire che, ripensando a ciò che sta prendendo forma, mi sento stranamente felice. La felicità che vi sto descrivendo infatti è quella provata quando aspetti che qualcosa si realizzi da tempo, il tuo sogno nel cassetto insomma. Il progetto in questione infatti risale agli albori della mia carriera da scrittrice, qualcosa che all’epoca, quando provai a proporlo al pubblico aveva un sapore acerbo, ma già in me le idee erano chiare. Cosí oggi, con nuovi mezzi e possibilità tornerà al pubblico del tutto rinnovato, con una qualità maggiore per intenderci. Tengo un alone di mistero su ciò che descrivo soltanto perché non voglio togliere la sorpresa per quando sarà reso noto a tutti. Di sicuro la felicità è tanta. Finalmente ciò che hai in testa, inizia a prendere forma così come te lo sei sempre immaginato. Inoltre, questo è forse un obbiettivo di consapevolezza, mi sono imposta l’obbiettivo di un tot. di partecipazioni a concorsi letterari all’anno. Questo mese infatti ho inviato degli inediti al Premio Mario Luzi, il prossimo parteciperò a “La Panchina dei versi”, altra bellissimo concorso considerando la sua organizzazione e i premi in palio. Storyteller’s Eye Word, è diventato con il tempo un mondo di condivisione a 360 gradi, come pochi blog sanno fare. Diversamente trovi la cultura, la curiosità, in termini semplici e modesti e le riflessioni più sincere e recondite tra le stesse pagine. Eppure qui, nel magico mondo di Storyteller’s Eye Word, tutto è possibile. A breve maggiori informazioni sul progetto, promesso. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci


Greetings to all, Dear Readers! Today with the DIARY column I want to emphasize my emotions, on what I am feeling in this period. I must say that, looking back on what is taking shape, I feel strangely happy. The happiness that I am describing to you is in fact the one felt when you have been waiting for something to come true for a long time, your dream in the drawer. The project in question in fact dates back to the dawn of my career as a writer, something that at the time, when I tried to propose it to the public, had an unripe flavor, but already in me the ideas were clear.
So today, with new means and possibilities, it will return to the public completely renewed, with a higher quality so to speak.
I keep an aura of mystery about what I describe just because I don’t want to take away the surprise by the time it is made known to everyone. Happiness is certainly great. Finally what you have in your head begins to take shape as you always imagined it. Also, this is perhaps a goal of awareness, I have set myself the goal of a tot. of participation in literary competitions per year. In fact, this month I sent some unpublished works to the Mario Luzi Prize, the next I will participate in “La Panchina dei versi”, another beautiful competition considering its organization and the prizes up for grabs. Storyteller’s Eye Word, over time, has become a world of 360-degree sharing, as few blogs know how to do. Otherwise you will find culture, curiosity, in simple and modest terms and the most sincere and hidden reflections between the same pages. Yet here, in the magical world of Storyteller’s Eye Word, anything is possible. More information on the project soon, promised. With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar under the article or in the blue banners on the home page and confirm.
It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.


Always Yours, Storyteller.

siti

DIARIO DI LIBERO PENSIERO: “TENEBRE E OSSA”, COSA NE PENSO? (10 maggio 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Nonostante avrei dovuto pubblicare prima l’articolo della rubrica I CONSIGLI DI STORYTELLER’S EYE, ho deciso di spostarlo a domani, ritagliandomi ulteriore spazio per organizzare al meglio la recensione in questione. Oggi però, come potete notare, non é una giornata esente da pubblicazione. Ho infatti deciso di condividere con voi una pagina di DIARIO, da me per prima molto apprezzata. Voglio parlarvi di una famosa serie TV, presente da poco su Netflix e che ha destato non solo un grande successo di ascolti in tutto il mondo, ma anche la mia curiosità. Si tratta di “Tenebre e Ossa”, tratto dall’omonimo libro, opera che contiene tre diverse parti (la saga completa é composta  da tre libri), aspetto che fa ben sperare sul proseguo delle vicende. Protagonista di queste prime otto puntate è la giovane Alina Starkov, che da apprendista cartografa, scopre uno dei poteri Grisha più ricercati, ovvero richiamare a sé la luce, avendo perciò il potere di distruggere la famosa Faglia d’Ombra, che divide la regione di Ravka in due parti.  Finita per sbaglio insieme al suo migliore amico Malyen su una traversata sperimentale della Faglia, Alina in condizioni di stress psicofisico inizia a rilasciare da sul corpo un forte bagliore, che fa comprendere a tutti i Grisha circostanti il potere di cui la giovane è dotata. A quel punto il Generale Kirigan, meglio noto come l’Eretico Oscuro, la prende con sé per proteggerla e darle modo di padroneggiare il potere. Il resto potete scoprirlo con la visione. Personalmente la serie mi é piaciuta molto. Premetto che, nonostante fosse mia intenzione, non ho ancora avuto modo di leggere i libri a cui si ispira la serie, ma di certo mi ha incuriosita e mi sento ulteriormente stimolata alla lettura della serie su carta. Si tratta di un fantasy avvincente, mai scontato, che rapisce e spinge lo spettatore a terminare la visione di tutte le otto puntate. Personalmente la consiglio, come credo sia interessante la lettura del libro. Spero a questo punto in una seconda stagione, che possa portare avanti quando visto finora. Ma dunque voi avete visto questa serie Netflix? Vi é piaciut Avete una vostra opinione in merito? Avete intenzione di vederla? Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! Although I should have published the article in the STORYTELLER’S EYE TIPS column first, I decided to move it to tomorrow, carving out more space to better organize the review in question. Today, however, as you can see, it is not a day without publication.
In fact, I have decided to share with you a page of DIARY, which I first greatly appreciated. I want to tell you about a famous TV series, recently present on Netflix and which has aroused not only a great success with ratings all over the world, but also my curiosity. This is “Shadow and Bone”, taken from the book of the same name, a work that contains three different parts (the complete saga is made up of three books), an aspect that bodes well for the continuation of the events.
The protagonist of these first eight episodes is the young Alina Starkov, who as an apprentice cartographer, discovers one of the most sought-after Grisha powers, that is to recall the light, thus having the power to destroy the famous Shadow Fault, which divides the region of
Ravka in two parts. Accidentally ended up with her best friend Malyen on an experimental crossing of the Fault, Alina in conditions of psychophysical stress begins to release a strong glow on her body, which makes all the surrounding Grishas understand the power that the young woman is endowed with. At that point General Kirigan, better known as the Dark Heretic, takes her with him to protect her and give her a way to master her power.
The rest you can find out with the vision. Personally I liked the series a lot. I state that, although it was my intention, I have not yet had the opportunity to read the books that inspired the series, but it certainly intrigued me and I feel further stimulated to read the series on paper.
It is a compelling fantasy, never predictable, which kidnaps and pushes the viewer to finish watching all eight episodes. Personally I recommend it, as I think reading the book is interesting. I hope at this point in a second season, which can carry on when seen so far. So have you seen this Netflix series?
Did you like it Do you have your own opinion on this?
Are you going to see it?
With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade!
Just click in the blue bar under the article or in the blue banners on the home page and confirm.
It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.


Always Yours, Storyteller.

classifiche

DIARIO DI LIBERO PENSIERO: IL MONDO TAOISTA. (3 maggio 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Oggi, nel pieno stile del contenuto di questo articolo, scrivo questa pagina di DIARIO, dove all’interno si palesa un aspetto essenziale della mia vita. Si tratta del Taoismo. Per chi non sapesse a cosa mi riferisco il Taoismo é una religione/ filosofia di origine cinese. Il suo fondatore, Lao Tze, attraverso i suoi scritti, principalmente contenuti dentro il Tao Te Ching, presenta brevi versi a dimostrare la forte connessione che l’uomo possiede nei confronti della natura, generatrice onnipotente di ogni cosa, di come ci si deve esprimere e comportare verso il prossimo, qualsiasi sia la sua specie. Essere un taoista fedele significa in primis comprendere al meglio il mondo che ci circonda per imparare ad affrontarlo e rispettarlo. Non si tratta di una comune religione che prevede sacramenti e preghiere, ma piuttosto grandi momenti di riflessione con sé stessi e il mondo che ci circonda. Si può intraprendere, proprio per sua natura, in due modi. Il primo come religione il secondo come filosofia di vita. Nel mio caso, essendo io atea, lo considero sia l’uno che l’altro. Vivere secondo i dettami taoisti ci aiuta a sentirci meglio, ci porta a sentirci parte di un gruppo equilibrato e rispettoso, contrariamente a quanto si è sottoposti nella nostra società moderna. Ogni essere vivente rispetta il prossimo, ogni azione che compie sono puristi della sopravvivenza, che hanno come scopo principe il perpetuarsi di una specie. Io personalmente amo questa religione, mi rispecchia molto, praticarla mi fa sentire meglio. La religione, qualsiasi essa sia , è un completamento fondamentale del nostro essere, che si matura con anni di riflessione. Per questo trovo scorretto e ingiusto affidare i propri figli culto della propria religione, senza che lui stesso abbia maturato un proprio pensiero a riguardo.Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! Today, in the full style of the content of this article, I write this page of DIARY, where an essential aspect of my life is revealed inside. It is about Taoism.
For those who do not know what I mean, Taoism is a religion / philosophy of Chinese origin. Its founder, Lao Tze, through his writings, mainly contained within the Tao Te Ching, presents short verses to demonstrate the strong connection that man has towards nature, the omnipotent generator of everything, of how one must express oneself, and behave towards others, whatever their species.
Being a faithful Taoist means first and foremost understanding the world around us in the best possible way to learn to face it and respect it. This is not a common religion that includes sacraments and prayers, but rather great moments of reflection with oneself and the world around us. It can be undertaken, by its very nature, in two ways.
The first as a religion, the second as a philosophy of life. In my case, being an atheist, I consider it both.
Living according to Taoist dictates helps us to feel better, it leads us to feel part of a balanced and respectful group, contrary to what we are subjected to in our modern society. Every living being respects its neighbor, every action it performs are purists of survival, whose main purpose is the perpetuation of a species.
I personally love this religion, it reflects me a lot, practicing it makes me feel better. Religion, whatever it may be, is a fundamental completion of our being, which matures with years of reflection. This is why I find it unfair and unfair to entrust one’s children to a cult of one’s religion, without him having developed his own thoughts about it. With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade!
Just click in the blue bar under the article or in the blue banners on the home page and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.


Always Yours, Storyteller.

web