LIBERO PENSIERO: RIFLESSIONI CONCLUSIVE DI UN VIAGGIO. (30 marzo 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Nonostante il consueto senso di stanchezza che anche oggi mi accompagna, sono felice di scrivere queste brevi parole, per compiere il sunto di una straordinarie esperienza vissuta fino ad oggi. È stata una settimana carica di emozioni, riflessioni e condivisione. Abbiamo festeggiato insieme a modo nostro il piccolo, importante traguardo raggiunto nel magico mondo di Storyteller’s Eye, con curiosità, senza la solita sete di conoscenza e saper, ma la ben piú nobile voglia di scoprire. Storyteller’s Eye Word vuol dire condivisione, un’equo scambio non solo di aspetti culturali, ma anche e soprattutto di semplici parole, eco profondo del nostro cuore. E’ bello leggere i vostri commenti; a volte insegnano e consigliano, altri mi fanno sentire circondata di affetto, parte importante di una famiglia che si costruisce e fortifica giorno dopo giorno. È un pericolo difficile per tutti quello che stiamo vivendo, io ad esempio ho dovuto rinunciare a molti progetti che prevedevano di spostarsi, la partecipazione alle fiere le presentazioni dei miei libri (la raccolta poetica “Echi di Romanticismo” in particolare non ne ha ancora una), i concorsi e i corsi di scrittura creativa. Tutte attività che al momento sono state messe in sospeso. Ma a consolarmi di quanto ho dovuto rinunciare temporaneamente ho questa magnifica realtà, che riempie di colore le mie giornate. Storyteller’s Eye Word è uno stimolo costante ha create e portare novità, condividendole con voi. E’ per questa ragione che la prossima settimana introdurrò un nuovo format sul blog. Credo sia qualcosa di interessante. Scoprirete tutto n un articolo dedicato nel corso del programma della prossima settimana. Voglio quindi terminare questo piccolo discorso con un grande grazie, per i traguardi raggiunti, per darmi il giusto stimolo a migliorare le attività e me stessa, ma soprattutto perché 600 persone hanno dato fiducia alle mie attività, alle mie idee, alle mie scelte. Ogni persona che si iscriverà non solo sarà la benvenuta, ma troverà il mio totale appoggio e rispetto per le attività che porta sulla piattaforma . Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! Despite the usual sense of tiredness that accompanies me even today, I am happy to write these short words, to make the summary of an extraordinary experience lived to date. It’s been a week full of emotions, reflections and sharing. Together in our own way we celebrated the small, important goal achieved in the magical world of Storyteller’s Eye, with curiosity, without the usual thirst for knowledge and knowledge, but the much noblest desire to discover. Storyteller’s Eye Word means sharing, a fair exchange not only of cultural aspects, but also and above all of simple words, a deep echo of our hearts. It is nice to read your comments; sometimes they teach and advise, others make me feel surrounded by affection, an important part of a family that builds and fortifies day after day. It is a difficult danger for everyone what we are experiencing, for example I had to give up many projects that planned to move, participation in fairs the presentations of my books (the poetic collection “Echoes of Romanticism” in particular does not yet have one), competitions and creative writing courses. All activities that have been put on hold at the moment. But to console myself with what I had to temporarily give up I have this magnificent reality, which fills my days with color. Storyteller’s Eye Word is a constant stimulus has created and brought novelty, sharing them with you. That’s why I’m going to introduce a new format on the blog next week. I think it’s something interesting. You will discover all n a dedicated article during next week’s program. So I want to end this little talk with a big thank you, for the goals achieved, to give me the right incentive to improve activities and myself, but above all because 600 people have trusted my activities, my ideas, my choices. Every person who signs up will not only be welcome, but will find my total support and respect for the activities he brings to the platform. With these words I conclude, I remind you to leave a starlet, a comment and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners at home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

web

DIARIO DI LIBERO PENSIERO: PARLANDO UN PO’ DI ME.

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! In questa pagine di DIARIO, come si evince dal titolo, vi parlerò di me servendomi di un esercizio di psicologia cognitiva, che consiste in 10 domande che affrontano il tema del pensiero, del carattere e delle personali attitudini. Se anche voi siete interessati ad un percorso di scoperta del sé recondito per ogni domanda immaginate quale potrebbe essere la vostra risposta. Dunque iniziamo!

  • Che musica ascolti?
  • Il mio genere preferito è sicuramente il metal, in particolare quello particolarmente melodico con aspetti gothic. Amo la veridicità del suono degli strumenti, le timbriche vocali fuori dagli schemi, che necessitano di particolare dote tecnica. Non escludo totalmente il rock, nonostante la scissione netta che normalmente separa mondo metal da quello rock, se noto un groove piacevole e dei buoni griff di chitarra quest’ultimo é altrettanto apprezzato.
  • Se potessi scegliere un superpotere, quale vorresti? 
  • Ammetto che nella mia vita non sono mai stata una grande amanti di supereroi e poteri sovrannaturali. Nonostante ciò, sebbene non so se si possa definire superpotere, sarei felice di avere un empatia iperbolizzata: la possibilità di cogliere i sottili stati d’animo delle persone, in particolare degli affetti più cari, mi fornirebbe la possibilità di non deluderli e di dare loro il sostegno necessario quando ne sentono il bisogno.
  • Qual è il tuo hobby preferito? 
  • L’attività che piú amo svolgere nei momenti liberi e approfondire, in generale e in tutte le sue declinazioni, il tema del paranormale. Adoro leggere libri di storie di anime, di stregoneria, di magia nera e bianca, studiare rituali, visitare luoghi apparentemente infestati e in generale approfondire argomenti legati al ghost hunting.
  • Se dovessi andare a cena con un personaggio storico, chi sarebbe? 
  • Non ho mai davvero pensato a una cena, ma pensando a “se ho immaginato di conoscere un personaggio del passato” direi di si! Forse in legame con le mie risposte precedenti, sono sempre stata attratta dai poeti romantici inglesi della prima metà dell’800, come Blake, Whordswordth, Byron, Shelley, ma in particolare Keats, le cui poesie e lettere mi hanno sempre particolarmente affascinato.
  • Quali sono le tua paure?
  • Non credo oggi di avere particolari paure, anche se in passato da bambina avevo paura degli specchi grandi, ciò perché ero convinta che potessero spuntare fuori strane figure spaventose, che non mi avrebbero fatto nulla se non spaventata della loro presenza alle spalle.
  • Qual è la pazzia più grande che hai fatto? 
  • Non credo di aver fatto particolari pazzie nella mia vita. Nonostante ciò mi rendo conto che nella mia vita ho fatto ben poco scelte reputate convenzionali, ma nutrite dalla conoscenza e ricerca di me stessa. Mi sono posta molte domande sulla religione, sull’etica, sulla società e sulla politica e ciò ha portato a conclusioni, le quali hanno portato a scelte.
  • Cosa ti infastidisce di più degli altri?
  • Ammetto di provare fastidio per tutte quelle persone che giudicano il prossimo senza una valida ragione o peggio che vogliono che tu faccia tua la loro opinione incuranti di ciò che risulta giusto per te.
  • Preferiresti viaggiare nel futuro o nel presente?
  • Credo che ogni persona sana di mente che ama viaggiare risponderebbe che vorrebbe viaggiare sia nel presente sia nel futuro. Sicuramente nel caso del futuro avrei la possibilità di disporre di piú tempo per preparare il viaggio al meglio e tale dev’essere, sia da solo che in piacevole compagnia!
  • Quale sarebbe il tuo viaggio ideale? 
  • Da questo punto di vista mi reputo una persona ambivalente. Da un lato mi piacciono i viaggi con mete esotiche e città da scoprire, dall’altra per i viaggi designati al relax, amo le soluzioni tipo seconda casa o appartamento in affitto, per godere della serenità di una caratteristica cittadina di mare o della semplicità degli ambienti montani.
  • Quali sono i tuoi progetti?
  • Infine siamo giunti all’ultima domanda di questo interessante test. Posso dirvi che vorrei una vita quanto piú serena possibile, con solide certezze che possano sostenermi in tutto ciò che a vita ti mette di fronte. Per quanto riguarda il resto non aggiungo altro perché sarebbe uno spoiler di ciò che scoprirete qui su Storyteller’s Eye Word prossimamente!

Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Greetings to all, Dear Readers! In this page of DIARIO, as can be seen from the title, I will tell you about me using an exercise in cognitive psychology, which consists of 10 questions that address the theme of thought, character and personal attitudes. If you too are interested in a path of self-discovery for each question imagine what your answer might be. So let’s get started!

Annunci
  • What music do you listen to?
    My favorite genre is definitely metal, especially the particularly melodic one with gothic aspects. I love the veracity of the sound of the instruments, the vocal sounds outside the box, which require particular technical skills. I do not totally exclude rock, despite the sharp split that normally separates the metal and rock worlds, if I notice a pleasant groove and the good guitar griffs the latter is equally appreciated.
    If you could choose a superpower, which one would you want? 
    I admit that in my life I have never been a great lovers of superheroes and supernatural powers. Despite this, although I do not know if it can be called superpowers, I would be happy to have a hyperbolized empathy: the ability to grasp the subtle moods of people, especially the dearest affections, would give me the opportunity not to disappoint them and to give them the necessary support when they feel the need.
    What’s your favorite hobby? 
    The activity that I love most to carry out in free moments and deepen, in general and in all its forms, the theme of the paranormal. I love reading books of anime stories, witchcraft, black and white magic, studying rituals, visiting seemingly haunted places, and generally delving into topics related to ghost hunting.
    If I were to go to dinner with a historical character, who would it be? 
    I never really thought of a dinner party, but thinking of “if I imagined knowing a character from the past” I would say yes! Perhaps in connection with my previous answers, I have always been attracted to English romantic poets of the first half of the 1800s, such as Blake, Whordswordth, Byron, Shelley, but in particular Keats, whose poems and letters have always fascinated me particularly.
    What are your fears?
    I do not think today I have any particular fears, even if in the past as a child I was afraid of large mirrors, this because I was convinced that strange scary figures could pop up, that they would do nothing to me unless afraid of their presence behind them.
    What’s the biggest madness you’ve done?
  •  I don’t think I’ve done any particular crazy things in my life. Despite this, I realize that in my life I have made very little choices that are considered conventional, but nourished by knowledge and research of myself. I asked a lot of questions about religion, ethics, society and politics, and that led to conclusions, which led to choices.
    What bothers you more than the others?
    I admit I feel annoyed for all those people who judge others for no good reason or worse who want you to make their opinion your own regardless of what’s right for you.
    Would you rather travel in the future or in the present?
    I believe that any sane person who loves to travel would reply that they would like to travel both in the present and in the future. Surely in the case of the future I would have the opportunity to have more time to prepare the trip in the best way and it must be, both alone and in pleasant company!
  • What would be your ideal trip? 
  • From this point of view, I consider myself an ambivalent person. On the one hand I like trips with exotic destinations and cities to discover, on the other hand for trips designated for relaxation, I love solutions such as second home or apartment for rent, to enjoy the serenity of a characteristic seaside town or the simplicity of mountain environments.
  • What are your plans?
  • Finally, we have come to the last question of this interesting test. I can tell you that I would like a life as serene as possible, with solid certainties that can sustain me in everything that puts you in front of you for life. As for the rest I won’t say anything else because it would be a spoiler of what you’ll find out here on Storyteller’s Eye Word coming soon!

With these words I conclude, I remind you to leave a starlet, a comment and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners at home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

classifica

LIBERO PENSIERO: GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO. (27 marzo 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Questo articolo è davvero importante per me, per due ragioni fondamentali: in primis per l’argomento trattato e secondo per la modalità in cui verrà espresso. Amo la rubrica di LIBERO PENSIERO quando gli argomenti necessitano del mio personale contributo. Avrei potuto trattare tutto in altre rubriche, ma avrei perso significato, avrei semplicemente riportato concetti senza esprimere minimamente il mio parere. Altro aspetto assolutamente voluto é il fatto di non pubblicare il post esattamente durante la data della celebrazione comune della giornata. Tantissimi colleghi sulla piattaforma hanno giustamente trattato il discorso il 21 marzo, ma io ho voluto fare diversamente, un pó perché anche impegnandomi fatico a fare ciò che é socialmente corretto. Inoltre volevo mettere l’accento sul fatto che per me è sempre “la giornata di”, il ricordo e il rispetto si vivono nella quotidianità. Nulla togliere alla scelta della data, assolutamente simbolica, visto che corrisponde al principio della stagione primaverile. In quest’ottica si può considerare come la rinascita umana, con nuova veste e soprattutto nuova realtà sociale. Il pensiero é da sempre l’arma più potente per sconfiggere il male. Oggi per nostra fortuna non abbiamo piú bisogno dell’istinto, non dobbiamo più combattere per sopravvivere, come i nostri antenati primitivi. Eppure, di tutto il male che l’uomo e la vita hanno subito fu a causa dell’uomo stesso, che ha agito con rabbia, disprezzo, superiorità e sete di vendetta, verso i propri simili e verso tutto il mondo dei viventi. Lo scopo principe di questo post è dunque dedicare un momento alla riflessione, approfondimento e di incontro, nel ricordo di relazioni vive, di testimonianze, di storie, ma soprattutto di vicinanza attorno ai familiari delle vittime innocenti delle mafie, persone che hanno subito una grande lacerazione. Il nostro pensiero rivolto a loro, in svariati momenti e occasioni può aiutare a colmare vuoti interiori e un identità alla sofferenza. Costruire insieme una memoria comune é il principio di una nuova e migliore società. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! This article is really important to me, for two fundamental reasons: firstly for the subject dealt with and secondly for the way in which it will be expressed. I love the FREE THOUGHT column when topics need my personal input. I could have dealt with everything under other headings, but I would have lost meaning, I would have simply brought back concepts without expressing my opinion in the slightest. Another aspect absolutely desired is the fact of not publishing the post exactly during the date of the common celebration of the day. Many colleagues on the platform rightly addressed the speech on 21 March, but I wanted to do it differently, a little because I also worked hard to do what is socially correct. I also wanted to emphasize that for me it is always “the day of”, memory and respect are lived in everyday life. Nothing to detract from the choice of date, absolutely symbolic, since it corresponds to the principle of the spring season. From this point of view, it can be considered as human rebirth, with a new guise and above all a new social reality. Thought has always been the most powerful weapon to defeat evil. Today, fortunately, we no longer need instinct, we no longer have to fight to survive, like our primitive ancestors. Yet, of all the evil that man and life have suffered was because of man himself, who acted with anger, contempt, superiority and thirst for vengeance, towards his fellow human beings and towards the whole world of the living. The main purpose of this post is therefore to dedicate a moment to reflection, deepening and meeting, in memory of living relationships, testimonies, stories, but above all closeness around the families of the innocent victims of mafias, people who have suffered a great laceration. Our thoughts turn to them, at various times and occasions can help fill inner gaps and an identity to suffering. Building a common memory together is the principle of a new and better society. With these words I conclude, I remind you to leave a starlet, a comment and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners at home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

siti web

VIAGGI: LA BATTAGLIA DI METAURO. (25 marzo 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Come promesso sono qui ha scrivere e pubblicare un articolo per la rubrica VIAGGI, una battaglia per l’esattezza, perché se non fosse chiaro amo particolarmente ripercorrere le varie tappe che si susseguono durante una battaglia, soprattutto se si è rivelata significativa per la storia. La battaglia di oggi, seppur particolarmente importante, é spesso poco approfondita, in quanto parte della Seconda Guerra Punica. Di essa si racconta che rispetto alla prima fu principalmente uno scontro tra i due maggiori protagonisti, ovvero Annibale e Scipione l’Africano. In realtà si tratta di un’affermazione sommaria visto che dietro ogni grande generale c’è sempre un grande esercito! Aldilà di quanto spesso si narra, l’epica battaglia di Zama, fu sicuramente meno significativa della Battaglia di Metauro. Il Metauro è un fiume che scorre nelle Marche lungo 121 km. Fu lungo la sua riva che si svolse una battaglia che avrebbe cambiato la storia del mondo. Tutto ebbe inizio in Spagna, dove Scipione stava conquistando la zona cartaginese, al fine di togliere fondi alla campagna militare di Annibale. Il fratello di Annibale, Asdrubale Barca, cercò in ogni modo possibile di opporsi all’avanzata romana in Spagna, dichiarando battaglia ai Romani a Becula. Nonostante ciò il generale cartaginese non poté nulla contro il genio militare di Scipione, subendo una decisiva sconfitta. A quel punto Asdrubale e i suoi uomini sfuggono all’esercito romano raggiungendo il fratello e valicando i Pireni e le Alpi, infine attraversò la pianura Padana. Asdrubale allora avvisò il fratello del suo arrivo inviando degli emissari. Alcuni vennero intercettati dai romani, i quali vennero a conoscenza della presenza dell’esercito di Asdrubale nelle campagne del Metauro. Intanto il console Claudio Nerone, tramite una marcia forzata, fece partire i suoi uomini dalla zona di Canosa di Puglia e si congiunse con Salinatore, un comandante dell’esercito ausiliario di Roma. Dopo 360 km di marcia l’esercito di Claudio Nerore di uní con quello dell’altro generale. La battaglia poteva dunque iniziare, con  da un lato il fiume Metauro e dall’altro il monte Rosario, il che eliminava teoricamente ogni possibilità di accerchiamento. Mentre i Romani seguirono il loro classico schieramento “triplex acies”, i Cartaginesi avevano la cavalleria sulla destra e al centro la fanteria. A destra vi erano dunque gli iberici, i migliori fanti dell’esercito, e al centro invece i liguri, soldati meno esperti nel combattimento corpo a corpo rispetto ai colleghi iberici, ma sicuramente più affidabili di quelli del fianco sinistro, lato in cui Asdrubale aveva schierato i galli, spesso ubriachi e inaffidabili, che rappresentavano semplicemente un numero all’interno dell’esercito. Asdrubale mandó per primi gli elefanti, facendo seguire iberici e liguri. Infine fu la volta della cavalleria, che si scontrava direttamente con gli avversari romani. La battaglia sembrò dunque in vantaggio per Asdrubale, ma intanto Nerone stava cercando un modo per raggiungere i galli dietro le alture: attuò infatti una tattica che consisteva nel prendere i suoi manipoli e farli passare dietro gli uomini di Salinatore, per attaccare così sui fianchi gli iberici. Il piano ebbe successo e le truppe e la cavalleria cartaginesi furono definitivamente massacrate. Asdrubale, vedendo la battaglia ormai persa, decise di lanciarsi nella mischia e combattendo valorosamente, fu ucciso. La sua testa, i segno di disprezzo, venne mozzata e lanciata nel campo di Annibale. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! As promised I am here he wrote and published an article for the column VIAGGI, a battle to be exact, because if it were not clear I particularly love to retrace the various stages that follow each other during a battle, especially if it has proved significant for history. Today’s battle, although particularly important, is often shallow, as part of the Second Punic War. It is said that compared to the first it was mainly a clash between the two major protagonists, Hannibal and Scipio africanus. In fact, this is a summary statement since behind every great general there is always a great army! Beyond what is often said, the epic Battle of Zama was certainly less significant than the Battle of Metaurus. The Metaurus is a 121 km long river in the Marche region. It was along its shore that a battle took place that would change the history of the world. It all began in Spain, where Scipio was conquering the Carthian area, in order to take money away from Hannibal’s military campaign. Hannibal’s brother Hasdrubal Barca tried in every possible way to oppose the Roman advance into Spain, declaring battle against the Romans at Becula. Nevertheless, the Carthian general could do nothing against scipio’s military genius, suffering a decisive defeat. At that point Hasdrubal and his men escaped the Roman army reaching his brother and crossing the Pyrenics and the Alps, finally crossing the Po Valley. Hasdrubal then alerted his brother to his arrival by sending emissaries. Some were intercepted by the Romans, who learned of the presence of Hasdrubal’s army in the Metaurus campaigns. Meanwhile, the consul Claudio Nero, through a forced march, started his men from the area of Canosa di Puglia and married Salinator, a commander of the auxiliary army of Rome. After 360 km of walking the army of Claudio Nerore of one with that of the other general. The battle could therefore begin, with on the one hand the River Metaurus and on the other the Mount Rosario, which theoretically eliminated any possibility of encirclement. While the Romans followed their classic “triplex acies” deployment, the Carthaginians had cavalry on the right and infantry in the center. On the right were therefore the Iberians, the best foot soldiers in the army, and in the center instead the Ligurians, soldiers less experienced in hand-to-hand combat than their Iberian colleagues, but certainly more reliable than those on the left flank, the side in which Hasdrubal had deployed the roosters, often drunk and unreliable, who simply represented a number within the army. Hasdrubal first manded elephants, following Iberians and Ligurians. Finally, it was the turn of the cavalry, which clashed directly with the Roman opponents. The battle therefore seemed to be ahead of Hasdrubal, but in the meantime Nero was looking for a way to reach the gauls behind the heights: in fact, he put in place a tactic that consisted of taking his handmen and passing them behind salinator’s men, to attack the Iberians on the flanks. The plan was successful and the Carthaginus troops and cavalry were finally massacred. Hasdrubal, seeing the battle now lost, decided to jump into the fray and fight valiantly, he was killed. His head, the signs of contempt, was severed and thrown into hannibal’s camp. With these words I conclude, I remind you to leave a starlet, a comment and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners at home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

web

POST ORDINARIO: SPECIALE “FOLLOW & FOLLOW”.

Annunci

Un saluto a tutti, Cari Lettori! Oggi, come promesso nei precedenti post inizia un nuovo evento “follow & follow” di Storyteller’s Eye Word per lo speciale 600 iscritti! La ripetizione della parola “segui” nel titolo pone l’accento sul concetto della conoscenza reciproca del mio blog con il vostro. Per ogni stellina e segui che lascerete su Storyteller’s Eye Word io ricambierò sempre molto volentieri. In questo modo verrò a conoscenza di nuovi blogger e delle loro interessanti attività. Ci sono alcuni passaggi fondamentali da seguire per aderire all’iniziativa:

  • Segui il blog di Storyteller’s Eye Word e possibilmente anche il profilo Instagram (storytellerseyeword);
  • Lascia almeno 5 stelline sugli articoli che preferisci e possibilmente 5 sul profilo Instagram;
  • Condividi questo post sul tuo blog scrivendo ” Questo é il follow & follow di Storyteller’s Eye Word. Chi partecipa sarà ricambiato.”
  • Infine se ti fa piacere lascia un commento sotto il post con suggerimenti per nuovi articoli e consigli di lettura che trovi stimolanti.

Se sei già tra i miei amici, condividi e lascia un commento. Io andrò a leggere altri tuoi articoli e lascerò stelline. Per chi mi segue già su Instagram può condividere la locandina che trovi nell’archivio iniziative nel mio profilo. Il termine “possibilmente” in merito alle attività su Instagram é riferito al fatto che non si é obbligati, soprattutto se non si ha un profilo lí. Sono convinta che nel mondo reale come in quello virtuale l’unione e l’amicizia siano risorse fondamentali. Coltiviamola insieme facendo crescere queste bellissime realtà! Durata per tutta la settimana. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! Today, as promised in previous posts, a new Storyteller’s Eye Word “follow & follow” event begins. The repetition of the word “follow” in the title emphasizes the concept of mutual knowledge of my blog with yours. For every starlet and follow that you will leave on Storyteller’s Eye Word I will always reciprocate very willingly. This way I will learn about new bloggers and their interesting activities. There are some key steps to follow to join the initiative:

  • Follow the Storyteller’s Eye Word blog and possibly also the Instagram profile (storytellerseyeword);
  • Leave at least 5 stars on the items you prefer and possibly 5 on your Instagram profile;
  • Share this post on your blog by writing, ” This is the follow & follow of Storyteller’s Eye Word. Those who participate will be reciprocated.”
  • Finally, if you’re happy leave a comment below the post with tips for new articles and reading tips that you find inspiring.

If you are already among my friends, share and leave a comment. I’m going to go read some more of your articles and leave stars. For those who already follow me on Instagram can share the poster that you find in the initiatives archive in my profile. The term “possibly” about activities on Instagram refers to the fact that you are not obligated, especially if you do not have a profile there. I am convinced that in the real world as in the virtual world, union and friendship are fundamental resources. Let’s cultivate it together by growing these beautiful realities! You can copy the initiative if you like the idea. Duration throughout the week. With these words I conclude, I remind you to leave a starlet, a comment and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners at home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

web

LIBERO PENSIERO: PENSANDO A STORYTELLER’S EYE WORD. (25 MARZO 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Come avete potuto constatare dal post di ieri voglio introdurre questo speciale con una piccola riflessione riguardante il tempo finora trascorso qui con voi su WordPress. Come sapete Storyteller’s Eye Word ha una storia abbastanza lunga alle spalle, ma un aspetto che forse molti di voi non sanno é che tutto iniziò proprio qui, circa dieci anni fa. Abbandonai la piattaforma per il semplice fatto che mi sembrava qualcosa di troppo professionale per l’uso che ne facevo: all’epoca non pubblicavo così spesso come ora, si trattava di un piccolo hobby, uno spazio per coltivare saltuariamente la mia passione. È per questo che sono passata attraverso moltissime piattaforme differenti, ma poi, ciò che ritenevo un limite, divenne, nei miei ultimi anni di attività, un aspetto fondamentale. Quando circa 10 mesi fa sono tornata su WordPress ho dato valore a tutte le possibilità espressive che mi offriva. Ho iniziato giorno dopo giorno a costruire il blog da zero con un obbiettivo fondamentale: far comprendere a chiunque arrivasse qui cosa significa avere un piccolo spazio libero, un magico mondo come spesso l’ho definito, al fine di parlare di tutto ciò che ci circonda senza avere un unico schema e un’unica modalità, bensì diverse rubriche ideali per spaziare. Lo stesso argomento trattato in VIAGGI o in CRONACA e in LIBERO PENSIERO assume sfumature e significati differenti. È proprio grazie alle rubriche che posso programmare ogni settimana liberamente, ogni tema non ha un modo standard per essere trattato e vive insieme alle mie idee comunicative. Gli anni passati a stretto legame con questo blog mi hanno portato a comprendere il modo migliore di trattare ogni argomento, interessando il lettore e lanciando input significativi per iniziare un piacevole scambio di opinioni con voi. Non so come vivete voi Storyteller’s Eye Word, io lo vivo come un piccolo club di amici, un salotto virtuale per raccogliere i pensieri. In questi mesi siamo cresciuti, abbiamo costruito una piccola e importante famiglia i ci membri sono legati dalla curiosità e dalla sete di conoscenza, di quella cultura che non é solo fatta sui libri o sui banchi di scuola, ma anche nella natura, nei musei, nelle città e soprattutto nel pensiero della gente comune. Spero che Storyteller’s Eye Word sia destinata ancora a crescere, a modificarsi, a riempirsi di piacevoli novità, ma soprattutto di persone desiderose di condividere il proprio pensiero in questo spazio. Perciò non posso far altro che ringraziarvi ulteriormente per il sostegno ricevuto e sperare che questo piccolo speciale sia di vostro gradimento. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! As you have seen from yesterday’s post I want to introduce this special with a little reflection regarding the time spent here with you on WordPress. As you know, Storyteller’s Eye Word has a pretty long history behind you, but one thing maybe a lot of you don’t know is that it all started right here, about ten years ago. I left the platform for the simple reason that it seemed to me something too professional for the use I made of it: at the time I did not publish as often as now, it was a small hobby, a space to occasionally cultivate my passion. That’s why I went through a lot of different platforms, but then, what I thought was a limit, became, in my last years of operation, a fundamental aspect. When I returned to WordPress about 10 months ago, I valued all the expressive possibilities it offered me. I started building the blog day after day with a fundamental goal: to make anyone who came here understand what it means to have a small free space, a magical world as I often defined it, in order to talk about everything around us without having a single scheme and a single mode, but several ideal headings to space. The same topic covered in VIAGGI or CRONACA and LIBERO PENSIERO takes on different nuances and meanings. It is precisely thanks to the headings that I can program every week freely, each theme does not have a standard way to be treated and lives together with my communication ideas. The years spent closely related to this blog have led me to understand the best way to deal with each topic, affecting the reader and launching significant inputs to start a pleasant exchange of views with you. I don’t know how you Storyteller’s Eye Word live, I live it as a small club of friends, a virtual living room to gather thoughts. In these months we have grown up, we have built a small and important family the members are bound by curiosity and thirst for knowledge, that culture that is not only made on books or school desks, but also in nature, museums, cities and above all in the thought of ordinary people. I hope that Storyteller’s Eye Word is still destined to grow, to change, to fill up with pleasant news, but above all with people eager to share their thoughts in this space. That is why I can only thank you further for your support and hope that this little special is to your liking. With these words I conclude, I remind you to leave a starlet, a comment and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners at home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

web

POST ORDINARIO: IL PROGRAMMA DELLO SPECIALE 600 ISCRITTI. (24 marzo 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Finalmente trovo il tempo necessario per iniziare questa nuova avventura con voi. Avrei dovuti, come ho scritto nelle storie, pubblicare questo articolo ieri, ma ho avuto un impegno improvviso che mi ha trattenuto. Però ora sono qui, pronta a illustrarvi il programma che si svolgerà nel corso della settimana. In generale sapete bene gli appuntamenti che seguiranno, anche perché ho scritto un articolo dedicato, di cui lascio qui il link per chi fosse interessato alla lettura. Ci saranno molte parti dedicate a LIBERO PENSIERO e uno speciale VIAGGI e DIARIO. Il primo sarà una mia personale riflessione su tutto ciò che ho vissuto con questo blog, dal principio, circa 10 mesi fa, ad oggi. Aspetto importante é che da domani parte sia qui sia su Instagram un Follow and Follow, quello classico insomma, con la possibilità di conoscerci meglio, anche qualora fossimo già iscritti. E mi raccomando, se fate già parte della family condividete il mio articolo e fate passaparola! Questa settimana, visto la situazione un pò caotica che sto vivendo, ho deciso di programmare senza date effettive, in modo da poter pubblicare quando il mio tempo é maggiore. Grazie a tutti per l’attenzione e la comprensione. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! I finally find the time it takes to start this new adventure with you. I should have, as I wrote in the stories, published this article yesterday, but I had a sudden commitment that held me back. But I am here now, ready to tell you about the programme that will take place later this week. In general you know well the appointments that will follow, also because I wrote a dedicated article, of which I leave here the link for those interested in reading. There will be many parts dedicated to FREE THOUGHT and a special TRAVEL AND DIARY. The first will be my personal reflection on everything I experienced with this blog, from the beginning, about 10 months ago, to today. An important aspect is that from tomorrow a Follow and Follow starts both here and on Instagram, the classic one, in short, with the possibility to get to know each other better, even if we were already enrolled. And I recommend, if you are already part of the family share my article and make word of mouth! This week, given the somewhat chaotic situation I’m experiencing, I decided to schedule without actual dates, so I could publish when my time is longer. Thank you all for your attention and understanding. With these words I conclude, I remind you to leave a starlet, a comment and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners at home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

SPECIALE PROGRAMMA 600 ISCRITTI. (dal 23 al 27 marzo 2021)

  • LIBERO PENSIERO: PENSANDO A STORYTELLER’S EYE WORD.
  • LIBERO PENSIERO: GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO.
  • POST ORDINARIO: SPECIALE “FOLLOW & FOLLOW”.
  • VIAGGI: LA BATTAGLIA DI METAURO.
  • DIARIO DI LIBERO PENSIERO: PARLANDO UN PO’ DI ME.
  • LIBERO PENSIERO: RIFLESSIONI CONCLUSIVE DI UN VIAGGIO.

SPECIAL PROGRAM 600 SUBSCRIBERS. (from 23 to 27 March 2021)

  • LIBERO PENSIERO: THINKING OF STORYTELLER’S EYE WORD.
  • LIBERO PENSIERO: DAY OF REMEMBRANCE AND COMMITMENT.
  • POST ORDINARIO: SPECIAL “FOLLOW & FOLLOW”.
  • VIAGGI: THE BATTLE OF THE METAURO.
  • DIARIO DI LIBERO PENSIERO: TALKING A LITTLE BIT ABOUT ME
  • LIBERO PENSIERO: FINAL REFLECTIONS OF A JOURNEY.

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

web

POST ORDINARIO: DA DOMANI INIZIA LO SPECIALE 600 ISCRITTI, LE NOVITÀ. (22 marzo 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Con questo post vi comunico come si svolgerà la programmazione di questa settimana. Domani avrete anche il programma ufficiale, oggi vi do una prima spiegazione del tutto. Ho deciso che gli articoli principali saranno di LIBERO PENSIERO. Parlerò di temi importanti che verteranno sulle giornate che abbiamo ricordato in questi giorni e lo farò attraverso delle personali riflessioni. Porterò inoltre due speciali a tema VIAGGI. Spazio sicuramente interessante sarà la pagina di DIARIO, perché parlerò di me. In generale sarà una settimana che , più del solito, servirà ad approfondire la riflessione e il pensiero recondito. Tutto inizierà domani, perché a seguito del post di programmazione farò una riflessione su come vivo questa bellissima esperienza, ricordando alcuni frangenti indelebili nella mia memoria. Per ora non aggiungo altro, I dettagli li scoprirete domani con il post dedicato. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! With this post I tell you how this week’s programming will take place.
Tomorrow you will also have the official program, today I will give you a first explanation of everything.
I have decided that the main articles will be FREE THINKING. I will talk about important issues that will focus on the days we have mentioned in these days and I will do so through personal reflections. I will also bring two TRAVEL-themed specials.
The DIARY page will certainly be interesting, because I will talk about myself. In general, it will be a week that, more than usual, will serve to deepen reflection and hidden thinking. Everything will start tomorrow, because following the programming post I will reflect on how I live this wonderful experience, remembering some indelible moments in my memory. For now, I won’t add anything else, you will discover the details tomorrow with the dedicated post. With these words I conclude, I remind you to leave a star, a comment and to vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade!
Just click in the blue bar below the article or in the blue banners on the home page and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

web

DIARIO DI LIBERO PENSIERO: IL CAMBIAMENTO. (20 marzo 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Ci tenevo a chiudere in settimana questo programma settimanale per dedicare completamente la prossima settimana allo speciale di Storyteller’s Eye Word per il raggiungimento dei 600 iscritti, un gioia davvero importante per me. Detto ciò oggi voglio parlare tra le mie pagine di DIARIO di cambiamento. La trovo una parola stupenda e ricca di fascino. Ognuno di noi, nel corso delle varie fasi della vita affronta il cambiamento, con diverse sfumature di senso. Ci sono aspetti infatti per cui cambiare é pari ad affrontare sfide, accettarle a testa alta, altre in cui il tempo e le nostre esigenze lo impongono. Ci sono poi altre circostanze che non vedranno mai cambiamento e ciò non per testardaggine o per pigrizia, ma semplicemente perché sono parti di noi, della nostra identità. Tra le cose che non cambiano mai c’è il carattere, quello é parte di noi, é genetica. La parte che invece é piú soggetta a cambiamento sono le abitudini, molte variabili le cambiano in base alle necessità del momento che stiamo vivendo. Cambiano inoltre, molto spesso almeno, gusti e preferenze, le priorità, il modo di percepire il mondo intorno a noi. Personalmente il cambiamento maggiore che ho notato in me, su numerosi aspetti che costituiscono la mia quotidianità, é in seguito al compimento dei vent’anni d’età. Ho sentito un taglio netto con il mio passato, un differente modo di interpretare ed affrontare le sfide della vita. Non é una questione di maturità come pensano molti, é una questione di consapevolezza. Il tuo modo di pensare o di essere in questi casi c’entra poco. Protagoniste sono sempre le esperienze che viviamo e che ci segnano particolarmente e non è detto che ti portano subito ad un cambiamento, prima devi essere consapevole di quanto é successo. Il mio trauma in particolare é iniziato anni prima del mio effettivo cambiamento interiore, circa cinque anni prima. Spesso nel futuro prossimo non realizzi o peggio non accetti, poi prendi atto di quanto accaduto e attui un cambiamento, con te stessa/o e per te stessa/o. E voi? Quali cambiamenti importanti avete vissuto, per necessità o per propria volontà che sia? Se avete piacere di condividere la vostra esperienza lasciate un commento a questo articolo. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! I wanted to close this weekly program this week to fully dedicate next week to the Storyteller’s Eye Word special to reach the 600 subscribers, a joy really important to me. Having said that today I want to talk in my pages of DIARY of Change. I find it a wonderful word full of charm. Each of us, over the various stages of life, faces change, with different nuances of meaning. In fact, there are aspects where changing is equal to facing challenges, accepting them with our heads held high, others in which time and our needs dictate it. Then there are other circumstances that will never see change, not out of stubbornness or laziness, but simply because they are parts of us, of our identity. Among the things that never change is character, that’s part of us, it’s genetic. The part that is most subject to change are habits, many variables change them according to the needs of the moment we are experiencing. They also change, very often at least, tastes and preferences, priorities, the way of perceiving the world around us. Personally, the greatest change I have noticed in myself, on many aspects that make up my daily life, is following the age of twenty. I felt a clear cut with my past, a different way of interpreting and facing the challenges of life. It’s not a matter of maturity as many people think, it’s a matter of awareness. The way you think or be in these cases has little to do with it. The protagonists are always the experiences that we live and that mark us particularly and it is not said that they immediately lead you to a change, first you have to be aware of what happened. My trauma in particular began years before my actual inner change, about five years earlier. Often in the near future you don’t realize or worse you don’t accept, then you take note of what happened and implement a change, with yourself and for yourself. And you? What important changes have you experienced, out of necessity or by one’s own will? If you are pleased to share your experience leave a comment to this article. With these words I conclude, I remind you to leave a starlet, a comment and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners at home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

web

POST ORDINARIO: NOVITÀ E INFORMAZIONI. (19 marzo 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Con questo breve post comunico alcune informazioni e novità riguardo il blog. Come avrete notato anche qui ho introdotto l’uso delle storie, per un saluto mattutino o una serena notte a tutta la family. In questo spazio potrete rispondere con un commento riguardo la vostra giornata, se volete festeggiare un successo o una giornata importante o cercate un augurio di buona fortuna per varie attività. Sarò felice di rispondervi! Oltre a ciò ho deciso di rimandare a domani la rubrica di DIARIO, per dedicare un paio d’ore ai miei studi di lingua inglese. Ah mi raccomando se avete consigli, generici o specifici del mio livello (C1) non esitate a lasciare commenti. Sono per me davvero utili. Ora un informazione per uno di voi. Mi riferisco al blogger Lawrence Morra. Spesso lascia fantastici commenti, utili per curiosità e informazioni, perciò lo ringrazio di cuore. Inoltre ho visto che mi ha inviato due mail e con grande gioia ho scoperto che parla in modo fluente la mia lingua madre. Perciò, rivolgendomi direttamente a te, tranquillo risponderò quanto prima, ho letto entrambe le mail! Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! With this short post I communicate some information and news about the blog. As you may have noticed, here too I have introduced the use of stories, for a morning greeting or a peaceful night for the whole family. In this space you can respond with a comment about your day, if you want to celebrate a success or an important day or you are looking for a wish of good luck for various activities.
I will be happy to answer you! In addition to this, I decided to postpone the DIARIO column until tomorrow, to devote a couple of hours to my English language studies. Ah, please, if you have any advice, generic or specific to my level (C1), do not hesitate to leave comments. They are really useful for me.
Now an information for one of you. I refer to blogger Lawrence Morra. He often leaves fantastic comments, useful for curiosity and information, so I sincerely thank him. I also saw that he sent me two emails and with great joy I discovered that he speaks my native language fluently. Therefore, by contacting you directly, I will reply as soon as possible, I have read both emails!
With these words I conclude, I remind you to leave a star, a comment and to vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar under the article or in the blue banners on the home page and confirm.
It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

sito