VIAGGI: LA BATTAGLIA DI LALAKAON. (5 maggio 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Il nuovo appuntamento di oggi della rubrica VIAGGI parlerà di un’altra importante battaglia che ha segnato la storia dell’impero bizantino, e come potete dedurre dal titolo si tratta della Battaglia di Lalakaon. Prende il nome del fiume sul quale si svolse la stessa, appunto il fiume Lalakaon, situato in Asia minore. Tra i partecipanti vi era l’Impero romano d’oriente e un esercito arabo, in pieno processo di invasione di Pahlagonia, ovvero l’odierna Turchia settentrionale. Grazie alla vittoria dell’impero bizantino sugli arabi con la battaglia di Akroinon nel 739/740 d.C., tra gli stessi si perpetuò un periodo di pace duraturo fino alle soglie del 780 d.C. arrivati a quella data però gli arabi ricominciarono ad attaccare l’Asia minore portando l’Impero bizantino alla disfatta per la prima volta da allora nell’838 ad Amorium. Intanto, giunti intorno al 840 d.C. il califfato abbaside inizio un graduale declino e ciò permise l’Impero bizantino di avere un breve respiro di sollievo sugli arabi e qualche relativa vittoria. Ma le numerose incursioni in Asia minore intorno all’860 d.C. portarono nuovamente i bizantini in uno stato di devastazione. A questo fatto seguí nell’863 d.C. un nuovo attacco da parte dell’emiro di Malatya, Umar al-Aqta, nella zona della Cappadocia. Michele III, allora imperatore, riuscì con i suoi esercito a sconfiggere gli arabi nei pressi di Bishop’s Meadow, nonostante ciò riuscirono comunque a saccheggiare una delle loro città, Amisos. A risposta di quanto accaduto Michele III decise di radunare un esercito di 50.000 uomini, ponendo suo zio Petronas al comando. In quella situazione 3 eserciti distinti bizantini furono formati, convergendo tutti a Lalakaon il 2 settembre dell’863 d.C. I bizantini circondano dunque Umar a Porson vicino al fiume Lalakaon e il giorno successivo la battaglie vede il suo inizio. Nonostante le numerose risposte da parte dell’esercito di Umar i bizantini riescono ad avere la meglio. Umar morì sul campo di battaglia e il suo esercito fu sconfitto. Il figlio di Umar fuggì ma fu presto catturato. Vista la recente vittoria ottenuta, i bizantini lanciano una successiva controffensiva, ponendo presto fine alle minacce provenienti dalle terre di confine. In breve l’Impero bizantino tornò al suo primitivo splendore, con nuove conquiste in territorio europeo e la resa da parte dei bulgari, che furono costretti ad ad accettare il cristianesimo come religione ufficiale. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, Dear Readers! Today’s new appointment in the TRAVEL column will talk about another important battle that marked the history of the Byzantine Empire, and as you can deduce from the title it is the Battle of Lalakaon. It takes its name from the river on which it took place, precisely the Lalakaon River, located in Asia Minor.
Participants included the Eastern Roman Empire and an Arab army, in full process of invasion of Pahlagonia, or today’s northern Turkey. Thanks to the victory of the Byzantine Empire over the Arabs with the battle of Akroinon in 739/740 AD, a period of lasting peace was perpetuated between them until the threshold of 780 AD. arrived at that date, however, the Arabs began to attack Asia Minor again, bringing the Byzantine Empire to defeat for the first time since then in 838 in Amorium. Meanwhile, arrived around 840 AD. the Abbasid Caliphate began a gradual decline and this allowed the Byzantine Empire to have a brief sigh of relief over the Arabs and some relative victory. But the numerous forays into Asia Minor around 860 AD. again brought the Byzantines into a state of devastation. This fact followed in 863 A.D. a new attack by the Emir of Malatya, Umar al-Aqta, in the Cappadocia area. Michael III, then emperor, with his army managed to defeat the Arabs near Bishop’s Meadow, despite this they still managed to sack one of their cities, Amisos. In response to what happened, Michael III decided to gather an army of 50,000 men, placing his uncle Petronas in command. In that situation 3 distinct Byzantine armies were formed, all converging at Lalakaon on 2 September 863 AD. The Byzantines therefore surround Umar in Porson near the Lalakaon River and the next day the battle begins. Despite the numerous responses from Umar’s army, the Byzantines manage to prevail. Umar died on the battlefield and his army was defeated. Umar’s son escaped but was soon captured.
Given the recent victory, the Byzantines launched a subsequent counter-offensive, soon putting an end to the threats from the border lands. In short, the Byzantine Empire returned to its primitive splendor, with new conquests in European territory and the surrender by the Bulgarians, who were forced to accept Christianity as an official religion. With these words I conclude, I remind you to leave a star and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar under the article or in the blue banners on the home page and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.


Always Yours, Storyteller.

siti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...