EMPATIA: DIARIO DI UNA SCRITTRICE.

Annunci

Un saluto a tutti, cari lettori! La rubrica EMPATIA ha sempre destato in me un certo fascino e forse è proprio questa la ragione per cui mi sembra più difficile da trattare. I più articolati in realtà sono i post che trattano di libri di cui ho già compiuto lettura e dunque vi chiederete il perché visto il tema conosciuto in precedenza. È bene Ho la strana sensazione che per chi legge conoscere è una sorta di sinonimo di “tuttologia”. Non è così ovviamente. Semplicemente una sana lettura, riscoperta magari varie volte nel corso del tempo, ti permette di conoscere una storia da diversi punti di vista, ci permette di pensare, di riflettere su tutto ciò che abbiamo sempre dato per scontato di noi stessi. In particolare il diario è una rielaborazione di ciò PC è più caro, di tutte le nostre passioni. Per questo l’opera di Virginia Woolf “Diario di una scrittrice”non è diversa da un qualunque altro diario, se non che il suo è stato pubblicato post mortem per volontà del marito nel 1953. Lei ama la lettura e in primis la letteratura, ciò si denota dalle tante stesure in qualità di romanziera e critico letterario. Spazia nei generi nelle epoche, dai poeti romantici alla tragedia greca. Dei vari testi che legge descrive ciò che l’affascina maggiormente, con talento e padronanza di lessico. È una di quelle opere la cui lettura, per chi come me vive di scrittura, che risulta sprono verso il miglioramento del sè. È sicuramente una lettura scorrevole, semplice e interessante, dalla forte impronta introspettiva. Perciò per chi è interessato alla lettura lascio qui il box per l’acquisto rapido su Amazon. Si tratta di un articolo in prime, strumento utilissimo per chi è iscritto, al fine di evitare spese di spedizione e lunghi tempi di consegna. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, dear readers!
The EMPATHY column has always aroused a certain fascination in me and perhaps this is precisely the reason why it seems more difficult to deal with.
The most articulated are actually the posts that deal with books that I have already read and therefore you will wonder why given the previously known theme.
It’s good I have the strange feeling that for the reader, knowing is a kind of synonym for “all-rounder”.
Not so obviously.
Simply a healthy reading, perhaps rediscovered several times over time, allows you to know a story from different points of view, allows us to think, to reflect on everything we have always taken for granted about ourselves.
In particular, the diary is a reworking of what PC is most expensive, of all our passions.
This is why Virginia Woolf’s “Diary of a writer” is no different from any other diary, except that hers was published post mortem by the will of her husband in 1953. She loves reading and above all literature.
this is denoted by the many drafts as a novelist and literary critic.
You range in genres across eras, from romantic poets to Greek tragedy.
Of the various texts that you read she describes what fascinates her most, with talent and command of the vocabulary.
It is one of those works whose reading, for someone like me who lives by writing, is a spur towards the improvement of the self.
It is certainly a smooth, simple and interesting reading, with a strong introspective imprint.
So for those interested in reading, I leave the box for quick purchase on Amazon here.
This is an article first, a very useful tool for those who are registered, in order to avoid shipping costs and long delivery times.
With these words I conclude, I remind you to leave a star, a comment and to vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade!
Just click in the blue bar under the article or in the blue banners on the home page and confirm.
It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next.
Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.


Always Yours, Storyteller.

siti web

2 pensieri riguardo “EMPATIA: DIARIO DI UNA SCRITTRICE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...