VIAGGI: LA BATTAGLIA DI HELIOPOLIS. (14 aprile 2020)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Come sapete amo descrivere l’avvicendarsi delle battaglie, di come si sono svolte e soprattutto, quali sono le strategie e le azioni belliche chi hanno permesso la vittoria dell’una dell’altra fazione. Tassello storico di cui sommariamente si parla nei sussidi di storia sono le piccole grandi battaglie facenti parte del periodo principale dell’Impero romano d’Oriente. Perciò, nelle prossime settimane, intendo selezionare alcuni importanti battaglie in questo senso, partendo da quella storica mente più arcaica, ovvero la “Battaglia di Heliopolis”. Essa si svolse nel 640 d.C. I bizantini erano riusciti a sconfiggere i sassanidi nella “Battaglie di Ninive”nel 627 d.C. Nonostante ciò accusavano i segni di quasi un quarto di secolo di guerre, che esaurire a questi ultimi quasi totalmente le risorse. Inoltre in quel momento iniziava un nuovo periodo di minacce, questa volta provenienti dall’oriente. Dopo la morte di Maometto infatti, nel 632 d.C., l’Islam era riuscito a unificare sotto di sé tutta la penisola arabica e c’ho la rese forte in vista di un prossimo attacco contro i sassanidi. Dopo la conquista della Siria nel 638 d.C., gli arabi avevano come obiettivo successivo l’Egitto. Intanto, l’imperatore bizantino Eraclio, guardava con stupore e preoccupazione l’agire bellico degli arabi sul territorio africano. Nonostante ciò i generali tentavano di placare la preoccupazione dell’imperatore spiegando che ci sarebbero voluti decenni per superare gli effetti di una prossima guerra contro la Persia e dunque pensare ad una prossima. Tuttavia gli arabi invasero tutto il territorio sassanide entro il 638 d.C e l’anno successivo, grazie un potente esercito di 4000 soldati sotto il comando di Amr Ibn al-A’as, riuscì a invadere velocemente la diocesi d’Egitto. Nel 640 infine affrontarono i bizantini a Heliopolis. Quest’ultimi erano avvantaggiati da un forte esercito di 20.000 soldati. Gli arabi però, riuscirono a rafforzare le loro truppe raggiungendo la quota di 15000 uomini. Théodore, comandante bizantino, decise di affrontare il nemico in battaglia aperta, ma gli arabi, forti della decisione dei bizantini, crearono un piccolo distaccamento al fine di tendere un’imboscata. Ciò destò molto caos e panico tra le truppe di Théodore. Nessuno sa con certezza quante furono effettivamente le perdite da entrambe le parti, ma si sa con certezza che pochi uomini dell’esercito bizantino riuscirono a sopravvivere. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Annunci

Greetings to all, dear readers! As you know, I love to describe the alternation of battles, how they took place and above all, what are the strategies and war actions that allowed the victory of one of the other factions.
The historical piece which is briefly mentioned in the aids of history are the small and great battles that are part of the main period of the Eastern Roman Empire.
Therefore, in the coming weeks, I intend to select some important battles in this sense, starting from that most archaic historical mind, namely the “Battle of Heliopolis”. It took place in 640 AD. The Byzantines had managed to defeat the Sassanids in the “Battles of Nineveh” in 627 AD.
Despite this, they blamed the signs of almost a quarter of a century of wars, which almost totally exhausted the latter’s resources.
Furthermore, at that moment a new period of threats began, this time coming from the East. In fact, after Muhammad’s death, in 632 AD, Islam had managed to unify the entire Arabian peninsula under it and made it strong in view of an upcoming attack against the Sassanids. After the conquest of Syria in 638 AD, the Arabs had Egypt as their next target.
Meanwhile, the Byzantine emperor Heraclius looked with amazement and concern at the war action of the Arabs on African territory. Despite this, the generals attempted to allay the emperor’s concern by explaining that it would take decades to overcome the effects of a forthcoming war against Persia and therefore think of a next one. However, the Arabs invaded all Sassanid territory by 638 AD and the following year, thanks to a powerful army of 4000 soldiers under the command of Amr Ibn al-A’as, they managed to quickly invade the diocese of Egypt.
In 640 they finally faced the Byzantines at Heliopolis.
The latter were benefited by a strong army of 20,000 soldiers. The Arabs, however, managed to strengthen their troops reaching the quota of 15,000 men. Theodore, a Byzantine commander, decided to face the enemy in open battle, but the Arabs, strengthened by the decision of the Byzantines, created a small detachment in order to ambush. This caused much chaos and panic among Theodore’s troops. No one knows for sure how many losses on both sides actually were, but it is known with certainty that few men of the Byzantine army managed to survive. With these words I conclude, I remind you to leave a star, a comment and to vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade!
Just click in the blue bar under the article or in the blue banners on the home page and confirm.
It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. Hugs to all!

Sempre Vostra, Storyteller.


Always Yours, Storyteller.


web

Categorie:VIAGGI

Tagged as: , ,

2 replies

  1. Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori,
    le cortesie, l’audaci imprese io canto,
    che furo al tempo che passaro i Mori
    d’Africa il mare, e in Francia nocquer tanto,
    seguendo l’ire e i giovenil furori
    d’Agramante lor re, che si diè vanto
    di vendicar la morte di Troiano
    sopra re Carlo imperator romano.

    dell’Orlando Furioso incipit

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...