DIARIO DI LIBERO PENSIERO: PARLANDO UN PO’ DI ME.

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! In questa pagine di DIARIO, come si evince dal titolo, vi parlerò di me servendomi di un esercizio di psicologia cognitiva, che consiste in 10 domande che affrontano il tema del pensiero, del carattere e delle personali attitudini. Se anche voi siete interessati ad un percorso di scoperta del sé recondito per ogni domanda immaginate quale potrebbe essere la vostra risposta. Dunque iniziamo!

  • Che musica ascolti?
  • Il mio genere preferito è sicuramente il metal, in particolare quello particolarmente melodico con aspetti gothic. Amo la veridicità del suono degli strumenti, le timbriche vocali fuori dagli schemi, che necessitano di particolare dote tecnica. Non escludo totalmente il rock, nonostante la scissione netta che normalmente separa mondo metal da quello rock, se noto un groove piacevole e dei buoni griff di chitarra quest’ultimo é altrettanto apprezzato.
  • Se potessi scegliere un superpotere, quale vorresti? 
  • Ammetto che nella mia vita non sono mai stata una grande amanti di supereroi e poteri sovrannaturali. Nonostante ciò, sebbene non so se si possa definire superpotere, sarei felice di avere un empatia iperbolizzata: la possibilità di cogliere i sottili stati d’animo delle persone, in particolare degli affetti più cari, mi fornirebbe la possibilità di non deluderli e di dare loro il sostegno necessario quando ne sentono il bisogno.
  • Qual è il tuo hobby preferito? 
  • L’attività che piú amo svolgere nei momenti liberi e approfondire, in generale e in tutte le sue declinazioni, il tema del paranormale. Adoro leggere libri di storie di anime, di stregoneria, di magia nera e bianca, studiare rituali, visitare luoghi apparentemente infestati e in generale approfondire argomenti legati al ghost hunting.
  • Se dovessi andare a cena con un personaggio storico, chi sarebbe? 
  • Non ho mai davvero pensato a una cena, ma pensando a “se ho immaginato di conoscere un personaggio del passato” direi di si! Forse in legame con le mie risposte precedenti, sono sempre stata attratta dai poeti romantici inglesi della prima metà dell’800, come Blake, Whordswordth, Byron, Shelley, ma in particolare Keats, le cui poesie e lettere mi hanno sempre particolarmente affascinato.
  • Quali sono le tua paure?
  • Non credo oggi di avere particolari paure, anche se in passato da bambina avevo paura degli specchi grandi, ciò perché ero convinta che potessero spuntare fuori strane figure spaventose, che non mi avrebbero fatto nulla se non spaventata della loro presenza alle spalle.
  • Qual è la pazzia più grande che hai fatto? 
  • Non credo di aver fatto particolari pazzie nella mia vita. Nonostante ciò mi rendo conto che nella mia vita ho fatto ben poco scelte reputate convenzionali, ma nutrite dalla conoscenza e ricerca di me stessa. Mi sono posta molte domande sulla religione, sull’etica, sulla società e sulla politica e ciò ha portato a conclusioni, le quali hanno portato a scelte.
  • Cosa ti infastidisce di più degli altri?
  • Ammetto di provare fastidio per tutte quelle persone che giudicano il prossimo senza una valida ragione o peggio che vogliono che tu faccia tua la loro opinione incuranti di ciò che risulta giusto per te.
  • Preferiresti viaggiare nel futuro o nel presente?
  • Credo che ogni persona sana di mente che ama viaggiare risponderebbe che vorrebbe viaggiare sia nel presente sia nel futuro. Sicuramente nel caso del futuro avrei la possibilità di disporre di piú tempo per preparare il viaggio al meglio e tale dev’essere, sia da solo che in piacevole compagnia!
  • Quale sarebbe il tuo viaggio ideale? 
  • Da questo punto di vista mi reputo una persona ambivalente. Da un lato mi piacciono i viaggi con mete esotiche e città da scoprire, dall’altra per i viaggi designati al relax, amo le soluzioni tipo seconda casa o appartamento in affitto, per godere della serenità di una caratteristica cittadina di mare o della semplicità degli ambienti montani.
  • Quali sono i tuoi progetti?
  • Infine siamo giunti all’ultima domanda di questo interessante test. Posso dirvi che vorrei una vita quanto piú serena possibile, con solide certezze che possano sostenermi in tutto ciò che a vita ti mette di fronte. Per quanto riguarda il resto non aggiungo altro perché sarebbe uno spoiler di ciò che scoprirete qui su Storyteller’s Eye Word prossimamente!

Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Greetings to all, Dear Readers! In this page of DIARIO, as can be seen from the title, I will tell you about me using an exercise in cognitive psychology, which consists of 10 questions that address the theme of thought, character and personal attitudes. If you too are interested in a path of self-discovery for each question imagine what your answer might be. So let’s get started!

Annunci
  • What music do you listen to?
    My favorite genre is definitely metal, especially the particularly melodic one with gothic aspects. I love the veracity of the sound of the instruments, the vocal sounds outside the box, which require particular technical skills. I do not totally exclude rock, despite the sharp split that normally separates the metal and rock worlds, if I notice a pleasant groove and the good guitar griffs the latter is equally appreciated.
    If you could choose a superpower, which one would you want? 
    I admit that in my life I have never been a great lovers of superheroes and supernatural powers. Despite this, although I do not know if it can be called superpowers, I would be happy to have a hyperbolized empathy: the ability to grasp the subtle moods of people, especially the dearest affections, would give me the opportunity not to disappoint them and to give them the necessary support when they feel the need.
    What’s your favorite hobby? 
    The activity that I love most to carry out in free moments and deepen, in general and in all its forms, the theme of the paranormal. I love reading books of anime stories, witchcraft, black and white magic, studying rituals, visiting seemingly haunted places, and generally delving into topics related to ghost hunting.
    If I were to go to dinner with a historical character, who would it be? 
    I never really thought of a dinner party, but thinking of “if I imagined knowing a character from the past” I would say yes! Perhaps in connection with my previous answers, I have always been attracted to English romantic poets of the first half of the 1800s, such as Blake, Whordswordth, Byron, Shelley, but in particular Keats, whose poems and letters have always fascinated me particularly.
    What are your fears?
    I do not think today I have any particular fears, even if in the past as a child I was afraid of large mirrors, this because I was convinced that strange scary figures could pop up, that they would do nothing to me unless afraid of their presence behind them.
    What’s the biggest madness you’ve done?
  •  I don’t think I’ve done any particular crazy things in my life. Despite this, I realize that in my life I have made very little choices that are considered conventional, but nourished by knowledge and research of myself. I asked a lot of questions about religion, ethics, society and politics, and that led to conclusions, which led to choices.
    What bothers you more than the others?
    I admit I feel annoyed for all those people who judge others for no good reason or worse who want you to make their opinion your own regardless of what’s right for you.
    Would you rather travel in the future or in the present?
    I believe that any sane person who loves to travel would reply that they would like to travel both in the present and in the future. Surely in the case of the future I would have the opportunity to have more time to prepare the trip in the best way and it must be, both alone and in pleasant company!
  • What would be your ideal trip? 
  • From this point of view, I consider myself an ambivalent person. On the one hand I like trips with exotic destinations and cities to discover, on the other hand for trips designated for relaxation, I love solutions such as second home or apartment for rent, to enjoy the serenity of a characteristic seaside town or the simplicity of mountain environments.
  • What are your plans?
  • Finally, we have come to the last question of this interesting test. I can tell you that I would like a life as serene as possible, with solid certainties that can sustain me in everything that puts you in front of you for life. As for the rest I won’t say anything else because it would be a spoiler of what you’ll find out here on Storyteller’s Eye Word coming soon!

With these words I conclude, I remind you to leave a starlet, a comment and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners at home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

classifica

2 replies

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...