CRONACA:LA NUOVA INFORMAZIONE.(3 marzo 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Oggi vi parlo di una fatto che proprio per sua natura, ma soprattutto per sua recente comparsa, ho deciso di inserire nella rubrica CRONACA. In particolare voglio raccontarvi della nascita del ben noto settimanale Time, di come é nato e di come si è affermato nel comune concetto di informazione, dall’inizio del XX secolo fino ai giorni nostri. Nell’America degli anni Venti sta nascendo un nuovo modo di fare informazione, l’alba di una nuova stagione giornalistica. Erano gli anni delle grandi illustrazioni sui giornali e degli articoli di attualità. Allo stesso modo il Time con il suo primo numero voleva diventare un giornale letto e apprezzato dai cittadini americani. Affinché ciò si potesse realizzare si rivolse alle fasce piú deboli della popolazione, tema cardine del giornalismo di quegli anni, ispirandosi a quanto affermato dalle teorie sociologiche della Scuola di Chicago. Da qui l’idea di raccontare la realtà in prima persona, nota con il termine muckraking, ovvero la tecnica di “battere i marciapiedi” alla ricerca della vita marginale e nascosta della metropoli. Per questa ragione inoltre furono rilevanti una gran dose di illustrazioni e la nascita di tabloid, i settimanali di attualità, come appunto lo stesso Time. Il numero uno fu ufficialmente lanciato nelle edicole il 3 marzo 1923.Il tutto, piú che un progetto serio , sembrava piuttosto un gioco, realizzato da due studenti di Yale, ovvero Henry Luce e Briton Hadden. Inizialmente il nome doveva essere Facts e solo all’ultimo divenne Time. Contrariamente alle aspettative il giornale presentava alcuni aspetti identitari che aiutò non poco le vendite e il successo dello stesso, tra cui quello piú significativo l’immagine di copertina riservata a un personaggio pubblico. Il primo di questi fu Joseph G. Cannon (presidente della Camera dei rappresentanti degli USA dal 1903 al 1911 e tra i politici più influenti della storia americana). Col tempo, anche grazie alla pubblicità di radio e cinema, il Time divenne un giornale particolarmente diffuso, non solo in America, ma anche nel resto del mondo. Proprio per questa ragione successivamente furono aperte nuove sedi del Time, principalmente per il pubblico europeo e asiatico. A partire dal 1927 fu introdotta l’iniziativa Man of the Year, con la quale veniva designata la personalità più influente dell’anno tra quelle segnalate settimanalmente, dedicandole una copertina speciale. Grazie a un giuria interna alla Redazione si decideva tra una rosa di finalisti, tenendo conto delle indicazioni dei lettori. Il primo a vincere l’importante premio fu l’aviatore Charles Lindbergh, che nel 1927 compì la prima traversata aerea dell’Oceano Atlantico, senza scalo. Da allora molti influenti personaggi furono premiati, tra cui, tra i più rilevanti, Mahatma Gandhi e la regina Elisabetta II. Il primo italiano a ottenere il titolo fu Papa Giovanni XIII, seguito da Papa Giovanni Paolo II. A partire dal 1999 il premio venne rinominato Person of the Year, per includere le piú svariate eccezioni. Il Time é attualmente settimanale più diffuso al mondo ( con 26 milioni di lettori in totale, di cui 20 milioni solo negli USA) ed è tra i più autorevoli della stampa internazionale. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Greetings to all, Dear Readers! Today I am talking to you about a fact that by its very nature, but above all by its recent appearance, I decided to insert in the COLUMN CRONACA. In particular, I want to tell you about the birth of the well-known weekly Time, how it was born and how it was affirmed in the common concept of information, from the beginning of the twentieth century to the present day. In 1920s America, a new way of information is becoming born, the dawn of a new journalistic season. These were the years of great illustrations in newspapers and current affairs articles. Likewise Time with its first issue wanted to become a newspaper read and appreciated by the American citizens. In order for this to happen, he turned to the weakest sections of the population, a key theme of journalism of those years, inspired by the sociological theories of the Chicago School. Hence the idea of telling reality firsthand, known by the term muckraking, or the technique of “beating the sidewalks” in search of the marginal and hidden life of the metropolis. For this reason, a large amount of illustrations and the birth of tabloids, current affairs weekly newspapers, such as Time itself, were also relevant. Number one was officially launched on newsstands on March 3, 1923.Il all, more than a serious project – it seemed rather like a game, made by two Yale students, Henry Luce and Briton Hadden. Initially the name was to be Facts and only at the last it became Time. Contrary to expectations, the newspaper had some identity aspects that helped sales and the success of the same, including the most significant cover image reserved for a public figure. The first of these was Joseph G. Cannon (president of the U.S. House of Representatives from 1903 to 1911 and one of the most influential politicians in American history). Over time, also thanks to radio and film advertising, Time became a particularly popular newspaper, not only in America, but also in the rest of the world. For this very reason, new time locations were later opened, mainly for European and Asian audiences. Starting in 1927, the Man of the Year initiative was introduced, with which she was designated the most influential personality of the year among those reported weekly, dedicating a special cover to her. Thanks to a jury within the Editorial Board, a decision was made among a shortlist of finalists, taking into account the indications of the readers. The first to win the major prize was aviator Charles Lindbergh, who in 1927 made the first air crossing of the Atlantic Ocean, without a stopover. Since then many influential people have been awarded, including, among the most relevant, Mahatma Gandhi and Queen Elizabeth II. The first Italian to obtain the title was Pope Giovanni XIII, followed by Pope Giovanni Paolo II. Starting in 1999, the award was renamed Person of the Year, to include several exceptions. Time is currently the world’s most popular weekly magazine ( with 26 million readers in total, of which 20 million in the USA alone) and is among the most authoritative in the international press. With these words I conclude, I remind you to leave a starlet, a comment and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners at home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

web

Categorie:CRONACA

Tagged as: , ,

2 replies

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...