I CONSIGLI DI STORYTELLER’S EYE: RECENSIONE “IL PASSATO È UNA NOTTE DICKENSIANA”.(25 febbraio 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! Oggi siamo nuovamente nella rubrica I CONSIGLI DI STORYTELLER’S EYE per discutere assieme di un libro che ho avuto il piacere di leggere. Devo ammettere che mi ha entusiasmato molto. Mi riferisco all’opera di Alice Briscese Coletti dal titolo “Il passato è una notte dickensiana”. Ringrazio dunque la stessa e la casa editrice ERETICA EDIZIONI per la condivisione dell’opera e la fiducia riposta. Come sapete sono sempre felice e ben disposta a recensire raccolte poetiche, la poesia mi ha sempre interessato maggiormente rispetto ad altre letture proprio perché piú di altri generi é qualcosa che si scrive prima per sé e poi per il prossimo. Vista la scarsità online di recensioni di questa opera sono felice di contribuire portando al pubblico il mio punto di vista su essa. Nonostante sia una raccolta poetica la struttura della totalità dei testi é organizzata in modo molto simile ad un romanzo. I quattro capitoli che la compongono corrispondono dunque alle quattro fasi metamorfiche che il lettore elabora nel corso della lettura. La prima parte, come suggerito dalla stessa sinossi del testo, é “ironica, dissacrante, indagatrice degli stilemi contemporanei”, non tanto una denuncia quando una descrizione, una presa di coscienza degli stereotipi che definiscono la routine di oggi. La seconda parte é una sorta di “riavvolgimento del nastro” che ti proietta all’età infantile e adolescenziale dell’autrice, ovvero “la controcultura anni Novanta, l’ideale disilluso di Sylvia Plath, l’amour fou alla Adele H.”, sicuramente un viaggio fantastico per me che ho visto solo marginalmente gli anni Novanta e tutta la cultura che scorreva con sé, mi hanno sempre affascinato. La terza parte poi é un palese omaggio al mondo classico e in ciò mi ci rivedo molto, da amante della poesia foscoliana e di tutto ciò che riecheggia il neoclassico. Infine ancora una volta mi rivedo nella quarta arte e nonostante nella sinossi l’abbiano descritta come semplice “topos amoroso”, trovo in realtà la stessa molto piú complessa. I temi della sofferenza, della rassegnazione, dell’amore rocambolesco e ricco di dinamismo, costruiscono un setting dai contorni romantico decadenti davvero interessanti. Detto ciò credo sia chiaro il mio generale apprezzamento, sia per quanto concerne lo stile, i temi trattati, l’esposizione e la struttura. Mi sento dunque di consigliare la lettura a tutti, in primis a chi ama la poesia, i temi undergraund ma raffinata, a chi ama la spensieratezza degli anni Novanta e il mondo neoromantico. Per questa ragione il mio voto é alto.

Classificazione: 5 su 5.

Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, di commentare se la rubrica vi piace e di seguire il blog. Inoltre mi farebbe piacere il vostro voto per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare sulla barra blu sotto questo articolo o nei banner blu in home e confermare. È possibile votare un numero illimitato di volte, basta attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un forte abbraccio.

Copertina libro “Il passato è una notte dickensiana” di Alice Briscese Coletti, ERETICA EDIZIONI.

Greetings to all, Dear Readers! Today we are again in the column I CONSIGLI DI STORYTELLER’S EYE to discuss together a book that I had the pleasure of reading. I must admit, I was very excited. I refer to alice briscese coletti’s “The past is a Dickensian night”. I therefore thank the same and the publishing house ERETICA EDIZIONI for the sharing of the work and the trust placed. As you know, I am always happy and willing to review poetry collections, poetry has always interested me more than other readings precisely because more than other genres it is something that is written first for oneself and then for others. Given the online scarcity of reviews of this work I am happy to contribute by bringing my point of view on it to the public. Although it is a poetic collection, the structure of all the texts is organized in a very similar way to a novel. The four chapters that compose it therefore correspond to the four metamorphic phases that the reader elaborates during the reading. The first part, as suggested by the synopsis of the text itself, is “ironic, desecralling, investigating contemporary styles”, not so much a denunciation when a description, an awareness of the stereotypes that define today’s routine. The second part is a sort of “tape rewind” that projects you to the author’s childhood and adolescence, namely “the nineties counterculture, sylvia plath’s disillusioned ideal, adele H.’s amour fou”, certainly a fantastic journey for me that I saw only marginally in the nineties and all the culture that flowed with it, have always fascinated me. The third part is then a clear homage to the classical world and in this I see myself a lot, as a lover of Phoscolian poetry and everything that echoes the neoclassical. Finally, once again I see myself in the fourth art and although in the synopsis they described it as simple “amorous topos”, I actually find the same much more complex. The themes of suffering, resignation, daring love and rich in dynamism, build a setting with really interesting decadent romantic contours. Having said that, I think it is clear that I am generally appreciating the style, the subjects dealt with, the exhibition and the structure. I therefore recommend reading to everyone, first of all to those who love poetry, undergraund but refined themes, to those who love the carefreeness of the nineties and the neo-romantic world. That is why I am voting high.

Classificazione: 5 su 5.

With these words I conclude, I remind you to leave a starlet, to comment if you like the column and to follow the blog. I would also like your vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click on the blue bar below this article or in the blue banners at home and confirm. You can vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between one vote and the next. A strong hug.

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

classifiche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...