CRONACA: STORIA DI YOUTUBE. (25 febbraio 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! In questo articolo vi descriverò la storia di uno dei piú grandi colossi del mondo social che oggi piú che mai sta segnando un’epoca, un nuovo modo di concepire l’intrattenimento. L’evoluzione ci porta ad essere sempre più veloci e dinamici e sicuramente anche il modo di intrattenersi, nei pochi momenti liberi, deve seguire questa corrente. Prima fu l’era del film, esclusivamente di repertorio cinematografico , poi presero spazio i grandi varietà e contenitori televisivi, ma oggi anche la televisione e tutto ciò che ci offre sembra essere sempre piú superato e necessita dell’ausilio di internet. Oggi tutto ciò é stato sostituito, almeno in parte, da brevi filmati, che variano dai 5 ai 40 minuti. In questo, insieme a tutti i vari programmi di streaming, eccelle YouTube. Ma anche se la sua notorietà é emersa nell’ultimo decennio, le sue origini risalgono in realtà agli anni 2000, più precisamente nel lontano 2005. Nonostante la fama che ha oggi, tutto é iniziato come spesso accade in un garage di San Francisco. Tre dipendenti della nota azienda Paypal hanno in progetto la creazione di un nuovo sito che consenta di caricare velocemente un video, prodotto con la propria videocamera digitale, e condividerlo con tutto il mondo. Grazie alla tecnologia di Abobe Flash e l’acquisto di un dominio,  Chad Hurley, Jawed Karim e Steve Chen il 15 febbraio del 2005 mettono online una prima versione di YouTube. Due mesi più tardi fu lo stesso Jawed a caricare il primo video dal titolo “Me at the zoo”, che lo ritrae davanti a una gabbia di elefanti al giardino zoologico di San Diego. Fu così che prese il via quella che venne definita “rivoluzione digitale”. In poco tempo, grazie al passaparola sul web, il traffico del portale aumenta in maniera esponenziale. É una sorta di meccanismo automatico. Chiunque fa un video la prima cosa che pensa é condividerlo online tramite Youtube. Milioni di persone pubblicano video di scene di vita quotidiana, riprese di fatti di cronaca, eventi, concerti di musica. In breve tempo YouTube diventa un archivio con migliaia di contenuti e testimonianze inesauribili, tanto che per giornalisti e videoreporter diventa una vera minaccia. Basta pensare a casi di terremoti, cataclismi o di fenomeni che si verificano in aree complesse, dov’è più forte la censura dell’informazione (memorabili in tal senso restano le immagini delle proteste in Birmania, in Tibet e in Iran, che i TG internazionali ritrasmettono prendendole dal web). Altro aspetto che portó alla veloce popolarità di YouTube fu che molti personaggi famosi decisero in quegli anni di creare un loro canale e sfruttarlo per comunicazioni di vario genere. Altre persone, dapprima gente comune, inizia a diventare popolare per un video pubblicato sulla piattaforma, i caso piú celebre é sicuramente quello di Susan Boyle. Il salto di qualità sul piano economico avviene con l’acquisizione da parte di Google nel 2006, all’esorbitante cifra di 1,65 miliardi di dollari. Nello stesso anno YouTube comincia ad affrontare in maniera più incisiva quello che costituirà il suo perenne cruccio: la violazione di copyright. Nonostante l’invito della piattaforma é quella di postare video realizzati in prima persona, in molti caricano spezzoni o intere parti di programmi, film e cartoni animati, violando la normativa sul diritto d’autore. Dal 2007 YouTube è disponibile nell maggior parte delle lingue parlate nel mondo.Secondo le stime più recenti, YouTube supera i tre miliardi di visualizzazioni al giorno, il che lo rende il secondo sito più visitato al mondo dopo Google e prima di Facebook. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo o nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Greetings to all, Dear Readers! In this article I will describe to you the story of one of the greatest giants of the social world that today more than ever is marking an era, a new way of conceiving entertainment. Evolution leads us to be faster and more dynamic and certainly the way of entertaining, in the few free moments, must follow this current. First it was the era of film, exclusively of cinematic repertoire, then the great varieties and television containers took space, but today television and everything it offers us seems to be increasingly outdated and needs the help of the Internet. Today all this has been replaced, at least in part by short films, ranging from 5 to 40 minutes. In this, along with all the various streaming programs, it excels YouTube. But although its notoriety has emerged in the last decade its origins actually date back to the 2000s, more precisely back in 2005. Despite the fame he has today, it all started as often happens in a San Francisco garage. Three employees of the well-known company PayPal plan to create a new site that allows you to quickly upload a video, produced with your digital camera, and share it with the whole world. Chad Hurley, Jawed Karim and Steve Chen put a first version of YouTube online on February 15, 2005. Two months later, Jawed himself uploaded the first video titled “Me at the Zoo”, which portrays him in front of an elephant cage at the San Diego Zoo. This is how what was called the “digital revolution” began. In a short time, thanks to word of mouth on the web, the traffic of the portal increases exponentially. It’s a kind of automatic mechanism. Anyone who makes a video the first thing they think is to share it online via Youtube. Millions of people post videos of scenes of daily life, footage of news events, events, music concerts. In a short time YouTube becomes an archive with thousands of inexhaustible content and testimonials, so much so that for journalists and videojournalists it becomes a real threat. Just think of cases of earthquakes, cataclysms or phenomena occurring in complex areas, where censorship of information is strongest (memorable in this sense remain the images of the protests in Burma, Tibet and Iran, which international TGs retransmit taking them from the web). Another aspect that led to the rapid popularity of YouTube was that many famous people decided in those years to create their own channel and make it for communications of various kinds. Other people, first ordinary people, begin to become popular for a video posted on the platform, the most famous case is certainly that of Susan Boyle.The economic quantum leap comes with Google’s acquisition in 2006, at an exorbitant $1.65 billion. In the same year YouTube began to deal more incisively with what will constitute its perennial cruccio: copyright infringement. Despite the platform’s invitation is to post videos made in the first person, many upload clips or entire parts of programs, films and cartoons, violating copyright law. Since 2007 YouTube has been available in most spoken languages around the world. According to the most recent estimates, YouTube exceeds three billion views per day, making it the second most visited site in the world after Google and before Facebook. With these words I conclude, I remind you to leave a starlet, a comment and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article or in the blue banners at home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

sito

Categorie:POST ORDINARIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...