DIARIO DI LIBERO PENSIERO: DOMINIO DEL PENSIERO. (22 gennaio 2021)

Annunci

Un Saluto a tutti, Cari Lettori! E’ sempre piacevole per me scrivere una pagina di DIARIO, condividendo consigli e aspetti che più influenzano la mia quotidianità. Tra queste azioni c’è sicuramente la scrittura creativa, che occupa buona parte del mio tempo, o almeno quello dedicato a me e le attività che preferisco, poi seguono la lettura, l’approfondimento personale di varie discipline umanistiche ed infine, non meno importante, la meditazione. Meditazione é un tempo e uno spazio della giornata dedicato al sé, al tuo io recondito. Mettersi in contatto con sè stessi e un mezzo per portare maggiore rispetto a noi. La prima volta che conobbi questa disciplina fu ormai molti anni fa, forse una decina. La scoprii quando iniziai il liceo. Fin dai primi giorni in quell’ambiente mi sentivo vulnerabile, poi quel senso di vulnerabilità si trasformò in stress. Fui allora che cercai un sistema pratico e immediato per cancellare questo accumulo di energie negative. Mi venne in aiuto la Meditazione. In principio, per quanto le azioni da fare fossero semplici, mi risultava davvero complesso, non riuscivo a trovare pace, a staccare momentaneamente il mio legame con la vita quotidiana. Con il tempo non era piú una fatica o peggio un sacrificio, piuttosto era un momento piacevole, da dedicare a me stessa. Fu allora, a pratica meditativa avviata e consolidata che perfezionai la disciplina del dominio del pensiero. Si tratta di un processo per il quale riesci a scindere te stesso dai tuoi pensieri. Non se piú autore dei tuoi pensieri, bensì uno spettatore rilassato. Non hai piú potere su di essi, ma nemmeno ti lasci soppraffare, loro scorrono e tu rimani inerte, rilassato. Questo esercizio al suo termine, ti porta a comprendere il peso che ogni pensiero dovrebbe avere sulla tua vita. A volte la nostra mente da piú valore ad un pensiero rispetto a ciò ne ha davvero. Penso sia un utile esercizio, che a tutti faccia bene. Per meditare non serve avere particolari abilità, puoi praticare da seduto o sdraiato a terra o sul letto. Le uniche azioni che dovrai fare sono controllare il tuo respiro, ovvero pensarci, e scollegare la tua mente dal mondo che ti circonda. Personalmente é stata sempre molto terapeutica, grazie ad essa ho imparato a volermi più bene, a rispettare e mie idee, a ritagliarmi momenti solo per me, oltre alla scrittura ovviamente. Se siete interessati a provare vi consiglio un canale Youtube con centinaia di tracce audio differenti per meditare. Lo trovate con il nome “La via della Consapevolezza”. Se avete l’opportunità di provare a meditare, anche non necessariamente con questa traccia, sarei felice di conoscere la vostra opinione e se vi ha giovato in qualche modo. Ne approfitto per ricordarvi di iscrivervi sul blog (www.storytellereyeword.com) e su Instagram (storytellerseyeword) perché raggiunti in contemporanea su entrambe le piattaforme i 500 followers, organizzerò alcuni speciali sul blog piú delle iniziative Instagram e avremo modo insieme di scoprire curiosità tra le piú diverse. Come sempre rispondo ad ogni like e segui. Vi ricordo di lasciare una stellina, un commento e di votare per Storyteller’s Eye Word su Net-Parade! Basta cliccare nella barra blu sotto l’articolo nei banner blu in home e confermare. E’ possibile votare un numero illimitato di volte, basterà attendere 60 minuti tra un voto e quello successivo. Un abbraccio a tutti!

Greetings to all, Dear Readers! It is always pleasant for me to write a diary page, sharing advice and aspects that most affect my daily life. Among these actions there is certainly creative writing, which occupies a large part of my time, or at least the one dedicated to me and the activities I prefer, then follow the reading, the personal deepening of various humanities and finally, no less important, meditation. Meditation is a time and space of the day dedicated to the self, to your recondite self. Getting in touch with yourself and a means to bring more than we do. The first time I met this discipline was many years ago, maybe about ten years ago. I found out when I started high school. From the very first days in that environment I felt vulnerable, then that sense of vulnerability turned into stress. It was then that I sought a practical and immediate system to eliminate this accumulation of negative energies. Meditation came to my aid. In the beginning, however simple the actions to be done, it was really complex, I could not find peace, to momentarily detach my bond with daily life. With time it was no longer a struggle or worse a sacrifice, rather it was a pleasant moment, to dedicate to myself. It was then, in a meditative practice started and consolidated that I perfected the discipline of the domain of thought. It’s a process for which you can separate yourself from your thoughts. Not if you’re the author of your thoughts anymore, but a relaxed viewer. You don’t have power over them anymore, but you don’t let them overwhelm you either, they scroll and you stay inert, relaxed. This exercise at its end, leads you to understand the weight that every thought should have on your life. Sometimes our mind is more valuable to a thought than it really has. I think it’s a useful exercise, which is good for everyone. To meditate you do not need to have special skills, you can practice sitting or lying on the ground or on the bed. The only actions you’ll have to do are control your breath, which is to think about it, and disconnect your mind from the world around you. Personally it has always been very therapeutic, thanks to it I have learned to love myself more, to respect and my ideas, to carve out moments just for me, in addition to writing of course. If you are interested in trying I recommend a Youtube channel with hundreds of different audio tracks to meditate. You find it as “The Way of Awareness.” If you have the opportunity to try to meditate, even not necessarily with this track, I would be happy to know your opinion and if it has benefited you in any way.I take the opportunity to remind you to subscribe on the blog (www.storytellereyeword.com) and on Instagram (storytellerseyeword) because reached simultaneously on both platforms the 500 followers, I will organize some specials on the blog more than Instagram initiatives and we will have the opportunity together to discover curiosities among the most diverse. As always I respond to every like and follow. I remind you to leave a starlet, a comment and vote for Storyteller’s Eye Word on Net-Parade! Just click in the blue bar below the article in the blue banners on home and confirm. It is possible to vote an unlimited number of times, just wait 60 minutes between votes. A hug to everyone!

Sempre Vostra, Storyteller.

Always Yours, Storyteller.

sito internet
Annunci
Annunci

6 pensieri riguardo “DIARIO DI LIBERO PENSIERO: DOMINIO DEL PENSIERO. (22 gennaio 2021)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...