EMPATIA: LA CADUTA DEL MURO DI BERLINO. (12 novembre 2020)

Annunci

Un saluto a tutti, Cari Lettori! L’argomento di oggi è per me molto significativo, in quanto l’evento stesso è simbolo di un cambiamento e soprattutto di un miglioramento forte per quanto riguarda la storia e l’evoluzione di buona parte dell’Europa. Mi riferisco alla caduta del muro di Berlino, fatto di cui appena tre giorni fa si è festeggiato l’anniversario, un vero e proprio successo visto il tempo ormai trascorso da quel giorno, di rivalsa e di solidarietà internazionale. Da allora aleggia tra la gente un nuovo senso di consapevolezza, nonché di presa di coscienza, che ci ha permesso di superare ostacoli creati da noi stessi, per quanto riguarda la guerra, almeno nei paesi occidentali più civilizzati. Il festeggiamento è stato ancor più rafforzato dalla recente elezione di Joe Biden negli Stati Uniti, un momento di giubilo importate visto l’ormai superato governo Trump, che estese la barriera tra gli Stati Uniti e il Messico e portò chiusure serrate a discapito del flusso immigratorio.

E’ il 9 novembre del 1989: un annuncio improvviso stabilisce la possibilità di libera circolazione tra Berlino Ovest ed Est. A quanto pare la notizia arriva da alcuni giornalisti, che poco prima misero sotto pressione un funzionario della Germania Orientale, fino al momento in cui venne costretto a dichiarare il famoso annuncio contro le sue volontà. Il clima del popolo berlinese quel giorno, almeno da ciò che riportano le fonti dell’epoca, era festoso, la gente scese per strada, scagliandosi con prepotenza contro la causa del loro malessere negli ultimi decenni. Ufficialmente la riunificazione della Germania però, avvenne quasi un anno dopo, il 3 ottobre del 1990. L’abbattimento del muro assunse presto una portata mondiale. Oggi del muro di Berlino restano poche parti, ormai coperte di splendidi graffiti, diventando un vero e proprio monumento simbolo di libertà, fratellanza, rispetto e unione, noto che la East Side Gallery. Il Parlamento Italiano dal 2005 celebra mediante una legge il 9 novembre come il “giorno delle libertà” per commemorare la memoria. Con queste parole concludo, vi ricordo di lasciare un stella se l’articolo vi è piaciuto, un commento se lo desiderate e di votare Storyteller’s Eye Word su Net- Parade. Basta cliccare sulla banda blu sotto questo articolo o nei banner blu in home e successivamente confermare. Vi ricordo che potete votare per un numero illimitato di volte, lasciando passare 60 minuti da un voto all’altro. Un forte abbraccio.

Sempre Vostra, Storyteller.

siti web
Annunci
Annunci


Categorie:EMPATIA

Tag:, , , , , , , , ,

3 replies

  1. Andare all’East-Side Gallery e non piangere (anche se la trovo affollata) è per me impossibile!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: