EMPATIA: IL LIBRO DELL’INQUIETUDINE (9 settembre 2020)

Annunci

Un saluto a tutti, cari Lettori! Questo articolo è forse il primo davvero argomentativo, escludendo quello di natura riflessiva uscito ieri, che vi invito a leggere qualora non lo aveste ancora fatto, dal principio della nuova programmazione di settembre. Non potevo esimermi dal trattare un argomento per la rubrica EMPATIA, con il suo mood immaginifico, sognante e un pò fuori dagli schemi, per queste sue peculiarità credo sia ideale per iniziare al meglio questa nuova stagione di scritture creative. Oggi in

particolare vi voglio parlare di un libro che già solo per il titolo è un’opera originale e sopra le righe. Autore il grande Fernando Pessoa, di cui ho dedicato una stesura biografica, sempre per la medesima rubrica, durante la stagione precedente. Mi riferisco a “Il libro dell’inquietudine”, di cui la prima stesura in lingua originale è stata pubblicata nel 1982 e arriva in Italia quattro anni più tardi. Come si può desumere, visto che l’autore viene a mancare nell’anno 1935, l’opera verrà pubblicata molti anni dopo la sua morte per volontà di editori e curatori devoti alla figura del celebre scrittore. Si tratta in realtà di “un libro che non esiste”, pensato come un “libro a venire” appunto. Non è altro che carte sparse, ritagli, appunti di tutta una vita, in totale una raccolta di 400 brevi prose tra le più differenti, scritte durante il ventennio tra il 1913 e il 1935. Già in vita l’Autore assegna diverse paternità alla futura opera, quasi volesse prolungare la sua persona in due differenti alter-ego, rispettivamente Bernardo Soares e Vicente Guedes. L’opera è quindi della stessa personalità, racchiudendo però in sè diverse persone distinte (da notare la scelta della prima persona singolare per la stesura). Il linguaggio è febbrile, malinconico, colmo di infiniti personali, di anacoluti e di parole inventate. Ciò gli permette di affrontare con sensibilità e forte emotività il mal di vivere del suo primo alter-ego, Soares appunto. Nonostante le mille stranezze racchiuse in questo capolavoro, il lettore è immerso in un profondo senso di praticità e semplificazione alla lettura, vista la sua natura scomposta, che permette sia una lettura a più riprese, sia perchè no, senza un ordine cronologico. Vi invito dunque a leggere il libro, a mio avviso, più metafisico di sempre, per scoprire il lato incredibile e bizzarro della scrittura creativa. Con queste parole concludo, un forte abbraccio.

Sempre Vostra, Storyteller.

Annunci
Annunci


Categorie:EMPATIA

Tag:, , , , ,

4 replies

  1. Buongiorno! 😊 Mi incuriosisce tantissimo questo libro! Grazie mille per la condivisione! 🤗❤️💖

    Piace a 2 people

  2. Interesting bio & poesie!😊🤗

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: