LIBERO PENSIERO EXTRA: IL TEATRO DELL’ANTI POLITICA. (8 luglio 2020)

Annunci

Un saluto a tutti. Se ora scrivo questo articolo, non percepito come necessario fino a questa mattina, è perchè i numerosi commenti che avete lasciato sotto all’articolo ” CRONACA: LA PROTESTA DEI GILET ARANCIONI” mi hanno condotto a riflettere. Nelle rubriche classiche sono portata ad essere molto razionale e lo scopo è appunto quello di indurre il lettore a costruire una propria riflessione, che sia il meno possibile condizionata dai miei pensieri. Nel caso di tutte le rubriche di LIBERO PENSIERO (la classica, EXTRA o il DIARIO) il mio agire è differente. In questi post lascio libero sfogo alle mie idee, in merito ai più svariati argomenti. Oggi vi parlo

attraverso questa appendice EXTRA (si tratta di una riflessione che è oltre il palinsesto standard) perchè, non ve lo nascondo, sentivo il bisogno di dire la mia in merito. Nonostante forse la mia posizione non fosse volutamente chiara nel post, sono profondamente contraria al movimento anti politico creato da questo “fenomeno” che è appunto il signor (se tale posso permettermi di definirlo) Antonio Pappalardo. C’è però da dire che le bufale che girano sui più svariati argomenti sono davvero tantissime e i gilet arancioni rappresentano soltanto quel quid in più alle stupidaggini che vivono indiscriminate nella società, nel panorama mondiale. Certo rimango esterrefatta a pensare che questo individuo sia un ex carabiniere e che dunque abbia prestato servizio, per o con lo Stato italiano, per un determinato periodo di tempo. Mi fa pensare ad una specie di Caino, che tradisce il fratello quando si presenta l’occasione proficua, probabilmente per alzare un polverone e avere ogni tanto qualche attenzione speciale da parte dei media. Ma a parte il fenomeno in sè, che da un punto di vista pratico è semplicemente ridicolo, il problema è un altro. Come voi stessi avete ricordato nei commenti, le parole utilizzate da Pappalardo e il suo seguito hanno ferito l’animo di centinaia, se non migliaia, di persone, le quali hanno perso i loro cari a causa dell’epidemia da Covid-19, da loro stupidamente e ingiustamente considerata inesistente, una manovra politica per un qualche strano scopo. Per tutto il resto probabilmente, almeno per me, sono solo fesserie, ma quando c’è di mezzo la vita delle persone e il rispetto, in questi casi è meglio parlare di vera ignoranza e maleducazione. Con queste parole concludo, ci tenevo davvero molto a fare stesura di questo articolo, utile a mettere un punto in merito all’argomento. Dubito comunque si tratti dell’ultima azione di questo movimento, forse sotto un’altra veste, forse senza più questo appellativo, ma di una cosa resto certa: si tratterà dell’ennesimo momento di vergogna per la nostra cara Italia.

Sempre Vostra, Storyteller.

Annunci
Annunci

4 pensieri su “LIBERO PENSIERO EXTRA: IL TEATRO DELL’ANTI POLITICA. (8 luglio 2020)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...