CRONACA: IL MEMORIAL DAY ( 9 giugno 2020)

Buongiorno a tutti! Un nuovo articolo esce oggi sul blog e il suo scopo è quello di ricordare un evento celebrato ogni anno in America e il cui significato è davvero profondo. Parleremo infatti del Memorial Day, di come questa ricorrenza viene celebrata dagli americani e a cosa si deve la sua origine. Procediamo dunque subito alla scoperta di una delle giornate più importanti per tutto il popolo americano.

In primis è doveroso precisare che il Memorial Day è all’incirca come la Pasqua: non ha una data definita ogni anno, ma ha la costante di essere festeggiata l’ultimo lunedì del mese di maggio, avendo il pregio di coincidere con l’inizio della stagione estiva. Molti infatti ne approfittano per prendere ferie proprio durante la settimane in cui si celebra tale data. In particolare quest’anno, nel 2020 è stato il 25 maggio. Ma cos’è il Memorial Day? Qual’è il suo scopo? E’ il giorno in cui che si rende omaggio a coloro che sono morti in servizio militare. Nonostante ciò, non si tratta di un giorno triste per gli americani, ma di giubilo e festeggiamento, riecheggiando sensazioni recondite di patria.

Il Memorial Day, nel corso dei decenni si è trasformato: in principio infatti  si ricordavano soltanto i soldati che caddero in battaglia durante la Prima Guerra Civile Americana. Oggi tutti coloro che sono morti per la patria, prestando servizio militare, vengono ricordati e celebrati in questa data. Prima della Seconda Guerra Mondiale il Memorial Day veniva chiamato Decoration Day. La prima azione che un vero americano con lo spirito patriottico compie in questa giornata è visitare cimiteri e luoghi di memoria. Non è raro inoltre trovare in questi ambienti la bandiera americana issata a mezz’asta, allo scopo appunto di commemorare le vittime. Molti ormai, soprattutto i giovani e coloro che vivono poco il senso civico e patriottico, non vedono più la ricorrenza come giorno della memoria, ma piuttosto come il principio dell’estate e di tutti gli eventi culturali, all’aperto e non, che si porta con sè. E’ consuetudine infatti che famiglie, coppie e amici organizzino picnic e tavolate durante il weekend precedente al Memorial Day e sono molto in voga anche gli eventi sportivi. Una curiosità al quanto particolare che ho trovato online è che secondo la tradizione solo durante il periodo che corre tra il Memorial Day e il Labor Day è consentito indossare capi di colore bianco, ad eccezione del matrimonio ovviamente. In realtà si tratta di una tradizione che ormai non viene più seguita e che la maggior parte del popolo americano usa il bianco nel proprio abbigliamento senza alcun vincolo. Un’altra curiosità è che è diffusa l’usanza di riaprire le spiagge proprio in occasione di questa giornata, al contrario di altri paesi nel mondo in cui la scelta è a discrezione dei proprietari degli stabilimenti balneari.

Aldilà di come si è evoluta questa festività nel corso del tempo mi piace ricordate il suo significato ancestrale e vorrei che altri come me, anche se non fanno parte del popolo americano, riflettano su ciò. Motivo per cui, come sono solita fare, lascio un breve video in seguito preso da Youtube che serve proprio a questo scopo. Si tratta comunque di persone che hanno perso la vita per la propria patria, per il prossimo e per gli ideali e io, come penso tanti altri insieme a me, nutro profonda stima e rispetto per loro. Con queste parole concludo e vi abbraccio forte.

Sempre Vostra, Storyteller.

4 pensieri su “CRONACA: IL MEMORIAL DAY ( 9 giugno 2020)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...